Multimetri professionali: dove trovare modelli digitali online


PISA – Il multimetro serve a misurare le grandezze elettriche (definite “campi di misura”). Quando si ha di fronte un multimetro, si vedrà che in sostanza è come una “scatola” che, tramite un display, fornisce una rappresentazione grafica dei valori che occorrono. Questo display può essere analogico o digitale. Il multimetro o multitester è uno strumento che assiste chi lavora con gli impianti elettrici e chi vuole verificare se, negli impianti stessi, ci sono problemi o guasti.


Modelli e funzionamento dei multimetri

Coloro che hanno bisogno di dotarsi di un multimetro possono partire da una considerazione di base: esistono due tipologie, i modelli analogici e quelli digitali. I primi presentano sul display una scala di valori prestampata, mentre una lancetta segnerà il valore. I modelli digitali dispongono di un display con un contatore digitale. Segna 4 cifre, da 0000: le cifre, naturalmente, cambieranno in base a quanto rilevato.

Altre componenti del multimetro sono le porte (una positiva e una negativa): a esse vanno collegate le sonde. Sono queste ultime a effettuare le rilevazioni. Inoltre, con la manopola di selezione si possono selezionare, appunto, e impostare i parametri (corrente, resistenza, tensione…), modificando la grandezza di misura (ampere, ohm e volt) o la scala. I
multimetri digitali sono semplici da usare, purché si conosca il tipo di dispositivo, e sono più precisi e resistenti.


Modelli digitali: dove trovarli online

Trovare questi strumenti non è difficile, per altro si può approfittare del mercato online che rende tutto molto pratico. Per acquistare un multimetro digitale professionale basta rivolgersi ad un sito e-commerce ben fornito che tratti prodotti di elettronica e strumentazione professionale. Se il sito in questione è grande, si vada a consultare il menu degli articoli proposti e si cerchi la sezione dedicata agli strumenti di misura. Il principio è come quello di un negozio fisico, diviso in reparti, con la differenza che non ci
sono orari e giorni di apertura da rispettare e che arriva tutto a casa. Quando si accede al catalogo dei multitester digitali, si scorra la vetrina virtuale che riporta le anteprime prodotto con i dati essenziali: nome del modello, codice e marchio, prezzo. Tante volte è possibile aggiungere il prodotto al carrello fin dall’anteprima ma questa è una scelta opportuna per chi sa già che modello comprare o per chi ha già, comunque, esperienza con tali dispositivi. In realtà, è sempre consigliabile, anche a utenti esperti, di leggerem attentamente la scheda tecnica prima di procedere all’acquisto.

Come si sceglie un multimetro digitale?

I criteri per scegliere un multimetro digitale riguardano la risoluzione, ovvero, la qualità della misurazione (il minimo auspicabile è 0,5%). Questi strumenti vengono classificati in base al numero di punti o di cifre che vengono visualizzati sul display. Un modello comune, a 3 ½ cifre, va a rappresentare 3 cifre complete e una mezza cifra (insomma, indica
un valore compreso da 0000 a 1999). Alcuni modelli digitali particolarmente avanzati riescono a combinare i punti forti delle versioni digitali e di quelle analogiche. Sul display viene rappresentata una simulazione del livello del segnale indicato da un cursore analogico. In determinati modelli può esserci una particolare funzionalità, il blocco del valore letto (hold), sul valore massimo o minimo, per fare un esempio. Per chi desidera un ulteriore livello di sofisticazione, alcuni multitester possono integrare il calcolo della differenza su un valore di riferimento e possono registrare
alcuni valori (log). Infine, i multimetri autoranging scelgono da soli la scala di misurazione adatta al tipo di misura di cui ci si sta occupando.

By