Municipale, recupero di merce contraffatta in un locale di servizio e dietro una siepe

PISA – Nuovi interventi ieri della Polizia Municipale nel contrasto alla vendita illegale di merce contraffatta.

In Borgo stretto sono stati sequestrati 50 bastoni da selfie che non avevano i requisiti per la commercializzazione. Mentre l’intervento di una pattuglia all’interno di un locale di servizio di un’abitazione in via La Maddalena ha permesso il rinvenimento di materiale vario nonché capi di abbigliamento contraffatti destinati al mercato illegale. Gli agenti erano arrivati i seguito alla segnalazione dei residenti che avevano notato gli strani movimenti di due individui che entravano e uscivano dal locale, la cui porta di accesso è stata adesso chiusa con l’apposizione di un lucchetto.

“Prosegue senza tregua il lavoro della Polizia Municipale – dichiara l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno– nel contrasto ai fenomeni di illegalità. Sarà fondamentale nella riuscita di operazioni come queste, a partire dalle prossime settimane, anche la collaborazione dei cittadini, in merito alla quale, proprio nei giorni scorsi, il Sindaco Michele Conti ha firmato un protocollo d’intesa in Prefettura per avviare il progetto ‘Controllo di vicinato’ che garantirà un maggiore e più capillare vigilanza del territorio attraverso questo nuovo sistema di sicurezza diffusa e integrata”.

Sempre ieri, venerdì 9 agosto, nel tardo pomeriggio la Polizia Municipale di Pisa aveva provveduto a un sequestro consistente di borse con marchi contraffatti nel parcheggio di via Cammeo, a pochi passi da piazza dei Miracoli, nascosti dietro una siepe. Tra il materiale recuperato 135 paia di occhiali senza marchio, 35 orologi con e senza marchi, una sessantina di borse e 9 portafogli. È stata emessa denuncia contro ignoti.

By