Stella Maris, nella camera di Babbo Natale spunta Bee

PISA – Proseguono le attività legate alla camera di Babbo Natale dedicate alla Fondazione Stella Maris.

E’ grazie all’incontro con la laboriosa ape Bee-bot , piccola aiutante di Babbo Natale, che i bambini ieri hanno scoperto le magie della robotica educativa nel corso dell’iniziativa che il Royal Victoria Hotel e la British School di Pisal. Bee è un piccolo robottino a forma di ape protagonista del Laboratorio di Robotica Educativa durante il quale i bambini sono stati avvicinati all’uso delle tecnologie, quale appunto la programmazione del robot, Bee. Questo simpatico robot a forma di ape è un strumento didattico utilizzato negli ultimi tempi nell’ambito della Robotica Educativa. La Stella Maris in collaborazione con l’Istituto di BioRobotica della Scuola Sant’Anna sta studiando gli effetti della Robotica Educativa, in ambito scolastico, sulle funzioni cognitive in bambini dai 5 agli 8 anni allo scopo di creare dei modelli di intervento in bambini con bisogni educativi speciali. Durante il Laboratorio ai bambini sono state spiegate le funzionalità del robot, Bee possiede dei comandi sul dorso (avanti, indietro, svolta a sinistra e a destra) che gli consentono di muoversi su un percorso ed è in grado di memorizzare fino a 40 comandi.

Prossimo appuntamento con i laboratori della Fondazione Stella Maris sarà sabato 19 dicembre dalle 16.30 alle 18,30 con Cerco Asilo”, servizio ambulatoriale dedicato ai bambini di età pre-scolare che ha come obiettivi il sostegno e la cura delle relazioni genitori- bambino; il servizio è composto da un equipe di Neuropsichiatri Infantili e Psicologi e eroga un programma di intervento per le famiglie in difficoltà. Infatti eventi traumatici o nodi critici nello sviluppo possono determinare delle reazioni di disagio che interferiscono con lo sviluppo emotivo del bambino e con il suo adattamento in famiglia o nella scuola. Con l’attività programmata “Giocare con le immagini per conoscersi meglio” gli operatori presenteranno un assaggio delle attività che si svolgono nel Servizio, fornendo informazioni più approfondite a chi lo desidera.

Lunedì 21 dicembre, 16,30-18,30. Il servizio di tele-riabilitazione svelerà come Babbo Natale riesce a leggere così velocemente le letterine che gli arrivano o a ricordarsi così bene i nomi e le case di tutti i bambini del mondo. Come riesce lui anche piccoli e grandi potranno scoprire i diversi programmi per potenziare le abilità di lettura, di memoria e di attenzione.

Martedì 22 dicembre, 16,30-18,30. La Divisione di Psichiatria dello Sviluppo coinvolgerà i bambini in un’interessante percorso di scoperta degli odori della casa di Babbo Natale. Per questo scopo saranno utilizzate tecnologie particolari come ad esempio l’eye-tracking.

La British School e i XMas Lab. Sempre nella camera di Babbo Natale la British School organizza i XMas Lab, momenti di riscoperta del Natale più autentico e dà a tutti appuntamento, dalle 16,30 alle 18, per il 18 dicembre con Arts & crafts e l’antivigilia di Natale, mercoledì 23 dicembre con Christmas Carols, i brani musicali dedicati al Natale.

By