Naldi tranquillizza tutti: “Il Galilei rimarra’ l’aeroporto leader”

PISA- Intervenuto durante la seduta consiliare del 26 febbraio, il Vice Presidente di Toscana Aeroporti, Roberto Naldi, ha confermato l’interesse della società affinché lo scalo di Pisa mantenga la sua veste di Aeroporto leader della nostra Regione, senza alcun dualismo con Firenze, in quanto i due scali devono essere complementari e non in concorrenza tra di loro.

A supporto di questa sua affermazione, Naldi ha riferito come il Galilei debba mantenere la propria veste di Grande Aeroporto Internazionale, nell’ottica di crescita stabilita con il progetto che prevede entro i prossimi 10 anni un flusso di viaggiatori tra gli 11,5/12 milioni tra i due scali, di cui 7/7,5 a Pisa e 4/4,5 milioni a Peretola, pur dicendosi convinto che il Galilei, che attualmente ha un flusso annuo di circa 5,5 milioni, possa arrivare a superare gli 8 milioni.

Il Dr. Naldi ha anche tenuto a precisare come, a differenza di quanto qualcuno aveva prospettato, nessun volo sia stato cancellato da Pisa, ed anzi vi è stato un potenziamento con l’aggiunta di un volo per Doha e linee dirette per Mosca e San Pietroburgo, mentre il contratto con Ryanair per i voli lowcost è stato rinnovato per i prossimi 5 anni.

Il tutto nell’ambito della pianificazione commerciale e progettazione concordata con E MAC che stanno dando i loro frutti, come testimoniano i lavori per il nuovo terminal che partiranno entro la prossima estate con un aumento di 26mila mq. pari ad oltre il 50% della superficie ad oggi esistente, per un investimento di 43milioni di €uro, con la previsione di giungere ad uno spazio di oltre 70mila metri quadrati, e quale sia l’interesse per Pisa è dimostrato altresì dalla proposta di Ryanair che avrebbe scelto lo scalo pisano, al pari di quello di Bergamo, per installarvi un loro centro di manutenzione.

Il Dr. Nardi ha anche riferito come per lui non sia necessaria la costruzione di una terza pista per l’aumento dei flussi di viaggiatori al Galilei, ma sia prioritario ciò che è già oggetto di un tavolo di trattativa tra ENAC e 46.a Aereobrigata per ottenere la fruizione di maggiori spazi aerei, che attualmente sono ripartiti per 22 ettari a disposizione delle linee commerciali rispetto ai 500 ettari di cui usufruisce l’Aviazione militare.

Infine, il Vice Presidente di Toscana Aeroporti ha toccato due punti cari alla cittadinanza, vale a dire le problematiche acustiche per coloro che vivono nei paraggi del Galilei, per le quali ha espresso parole di rassicurazione essendo loro intenzione di porre in atto i dovuti accorgimenti per ridurre tali disagi, mentre per ciò che riguarda il People Mover, pur avendo preso atto di come lo stesso non abbia sinora fornito i risultati attesi, si è sbilanciato nell’asserire di essere in grado di presentare entro un mese una proposta articolata per la definizione della questione, ribadendo peraltro come tale struttura sia ritenuta da Toscana Aeroporti come strategica ed indispensabile per la funzionalità dello Scalo Aeroportuale pisano, e mai dalla stessa messa in discussione.

By