Nap e Fdi: “Parcheggiatori abusivi e campi Rom. Intolleranti all’illegalità”

PISA – “Immigrati parcheggiatori abusivi e campi rom sono due facce della stessa medaglia, il prodotto delle politiche buoniste della sinistra. Votare Noi Adesso Pisa – Fratelli d’Italia e Michele Conti sindaco significa scegliere di cambiare.

“Smantelleremo gli insediamenti e impediremo agli abusivi di importunare i cittadini. Saremo intolleranti con l’illegalità”. E’ quanto afferma il deputato di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli, che sabato 4 giugno a Pisa ha effettuato un blitz al parcheggio dell’ospedale Cisanello e un sopralluogo al campo rom di via Maggiore di Oratoio, insieme ai candidati di “Noi Adesso Pisa – Fratelli d’Italia”.

Vestito con una pettorina da parcheggiatore si è presentato così Donzelli a Cisanello, insieme ai candidati al Consiglio comunale. Risultato: sono bastati pochi minuti per liberare il posteggio dagli abusivi: “Noi siamo contrari al pagamento del parcheggio agli ospedali – ha detto Donzelli – a Pisa invece si paga due volte: oltre alla tariffa regolare anche il pizzo per gli abusivi. Una situazione che dimostra come il Pd lasci campo libero a personaggi del genere. Siamo pronti a risolvere la situazione con controlli a tappeto e provvedimenti severi per il rispetto della legalità”.

Le segnalazioni di cittadini che denunciano furti e rapine nella zona hanno portato l’attenzione di Fratelli d’Italia anche sul campo rom di via Maggiore di Oratoio: “Siamo entrati dentro ed abbiamo trovato condizioni igieniche pessime – sottolinea Donzelli – sporcizia una discarica a cielo aperto con carcasse d’auto dappertutto e bambini che non frequentano la scuola. Qui la legalità è sospesa, non è possibile tollerare queste vere e proprie zone franche, mentre gli italiani perbene faticano ad arrivare a fine mese per pagare affitti, bollette e tasse. Quando saremo alla guida della città – ha concluso Donzelli – daremo pochi mesi di tempo: solo chi si mette in regola potrà rimanere, ma alle condizioni degli italiani. Chi non lo farà dovrà andarsene da Pisa”.

By