NAP: “Santa Chiara e Cisanello coinvolgono tutta la città”

PISA – Parlando in Consiglio Comunale del “BANDO DI GARA DELL’OSPEDALE CISANELLO A PISA – VENDITA DEL VECCHIO COMPLESSO OSPEDALIERO DI SANTA CHIARA” siamo venuti a conoscenza in tempo reale della chiusura del bando e la sua assegnazione”, dice Maurizio Nerini capogruppo Noi Adesso Pisa Fratelli d’Italia.

E se la parte tecnica oggi era ben rappresentata e avrà da lavorare tanto, la parte politica a parte Noi non c’è…

Il Sindaco ha fatto bene a dire strategico e fondamentale questa operazione per la città e certo ci sarà la necessità di avere una visione nuova e dico io migliore dell’operazione nel complesso della riqualificazione del Santa Chiara e della costruzione del completamento di Cisanello per tutta la città.

Ecco che serve il controllo, ma anche la guida politica visto che ci sarà un collegio tra Aoup, COMUNE, REGIONE, SOVRINTENDENZA… Ecco che servono le idee e voglio ricordare quello che Noi abbiamo detto in questi anni.

Nel Nostro Programma elettorale del 2013 declinato in 12 punti per la città e visibile sui nostri social, al punto 10 si legge Polo Congressuale e Fieristico nell’area del Santa Chiara. Già da allora abbiamo Candidato Pisa a divenire capitale europea dei Congressi.

Presentammo anche uno studio di fattibilità per un moderno ed efficiente Palazzo dei Congressi nell’area del Santa Chiara, con tutta la logistica intorno, attrattiva unica nel suo genere.

Ben servito da ferrovia, San Rossore è a 400 metri, Campalto con banchine e parcheggi già pronti a poco di più per un vero People Mover. Ma abbiamo fatto anche altro

Nella vicenda EMA, che tutt’altro finita, abbiamo provato almeno a candidare Pisa per le sue università, specificità, industrie farmaceutiche e strutture del settore, ma NON ABBIAMO NEMMENO AVUTO LA CORTESIA DI RICEVERE RISPOSTE!

Il Sindaco ci chiese addirittura di ritirare la mozione. Ci rispose l’On Letta e Noi stiamo sereni!

Questo dimostra un assoluto appiattimento delle idee soprattutto di chi dovrebbe governare processi come quello dello spostamento del Santa Chiara.

Ma nel frattempo, in questi 3 anni e mezzo fino che abbiamo il PROGETTO…l’Ex Trovatelli davanti alla Torre lo lasciamo nello stato in cui si trova? E la vicina chiesa di San Giorgio ai Tedeschi? E i locali di via Zanenhof? E Il vecchio Pronto Soccorso sprangato per modo di dire? E la triste vicenda del preziosissimo muro che non esisterà più che ha costretto i “Bancarellai” a sloggiare con la forza…e ora ci risiamo con Piano del Commercio che sarebbe clamoroso approvare con queste incertezze per l’area.

Del resto avendo Noi, che dobbiamo occuparci di urbanistica, delegato tutto al Comitato del Decoro cosa …ci dovevamo aspettare?

Piazza Viviani poi io sono residente in Piazza Viviani…. basta con la schizzofrenia dimostrata dal Comune…sarebbero spiccioli nel caso, ma capisco che con l’ AUOP o si tratta per permute oppure visti i rapporti “solidi” la vedo dura fare a testate per un esproprio

Bene l’avvio dei progetti per la tangenziale Nord-Ovest, ma la mobilità a Pisa che coinvolge i comuni limitrofi con i flussi di mobilità sono conseguenze dirette delle scelte politiche fatte negli ultimi venti anni dalle giunte di sinistra che si sono succedute a Pisa.

Come il Progetto Caserme “monco” della Bechi Luzerna che avrebbe permesso flussi turistici migliori, come i lussi da governare, spopolamento della città, con l’università quasi unico costruttore restato in città…

Percorsi da invertire, da rivedere con ATTI AMMINISTRATIVI che si deve avere il coraggio di fare, atti anche semplici, anche impopolari ….

Non dobbiamo e non vogliamo essere solo spettatori paganti di questi processi grandissimi per la città perché coinvolgono anzi sconvolgono spesso la vita di tutti.

Se la guida di questo comune cambiasse come spero, le sinergie dovranno essere massime e assicuro, per quanto in mio impegno, una costante azione politica per uno sviluppo possibile.

By