Nardini-Bonsangue: polemica social al femminile sul crocifisso

PISA – La polemica del crocifisso impazza su Facebook tra l’attuale vicesindaco Raffaella Bonsangue e la consigliera regionale Pd Alessandra Nardini.

“È necessario e imprescindibile recuperare valori, quelli della nostra storia quelli della nostra civiltà” scrive Raffaella Bonsangue. Non si fa attendere la risposta della Nardini: “Coerenza. La parola imporrebbe, cara vicesindaca di Pisa, che chi ogni giorno soffia (o si allea con chi lo fa) sul pericoloso vento dell’intolleranza, del razzismo, della discriminazione, almeno ci risparmiasse la farsa di ergersi a paladina della dottrina cattolica. Perché, oltre a ricordarle che la Repubblica italiana, con la sua Costituzione, è democratica, laica e antifascista, le ricordo anche che i valori più profondi del cattolicesimo sono riassumilibili in uguaglianza, solidarietà e amore verso il prossimo. Faccio mie le parole di Don Andrea Gallo: ‘Gesù, umile e mite di cuore, non si è mai imposto a nessuno, mentre noi abbiamo la pretesa di appenderlo sul muro delle classi e degli edifici pubblici’. Prima di avere questa pretesa, sbagliata, almeno faccia pace con le sue idee. Sia coerente, appunto”.

By