Nasce il nuovo centro operativo per le manutenzioni sul litorale

MARINA DI PISA – Presentato venerdì 21 giugno a Marina di Pisa il nuovo Centro operativo per le Manutenzioni sul Litorale, sito in via Milazzo n.29/a nell’immobile sino ad oggi destinato a Sede dell’Ufficio Boschi e Litorale del Comune.

di Giovanni Manenti

LE PAROLE DI RAFFAELE LATROFA

Il nuovo servizio verrà gestito dalla Pisamo ed aperto tutti i giorni con lo scopo di raccogliere al mattino (dalle ore 8,30 alle 12,30) le segnalazioni dei cittadini, per poi, al pomeriggio, eseguire i relativi sopralluoghi e se ritenuto necessario procedere con i necessari interventi.

Ovviamente oltre che per ricevere istanze, domande e segnalazioni da parte dei residenti, il centro funzionerà anche quale punto di raccordo e di coordinamento per le squadre di AVR ed Euroambiente a cui toccherà il compito di eseguire i servizi di manutenzione del verde pubblico, di strade e marciapiedi, oltre che di pulizia e delle zone boschive, il tutto nell’ottica di fornire ai residenti ed a coloro che frequentano il litorale durante il periodo estivo un punto di riferimento e di risposta alle loro esigenze.

“Diamo avvio ad un centro operativo per le manutenzioni sul litorale – afferma Raffaele Latrofa assessore ai lavori pubblici – che resterà aperto tutti i giorni per raccogliere tutte le segnalazioni dei cittadini per poter intervenire puntualmente e con tempestività, trattandosi di una novità assoluta in questo campo per il nostro Litorale, così da essere in grado di rispondere ad ogni esigenza, con la presenza ogni mattina di personale per raccogliere le istanze”.

“Abbiamo stipulato un accordo con AVR per poter avere a disposizione il loro personale – afferma Alessandro Fiorindi direttore della Pisamo – per raccogliere ogni mattina le richieste e domande dei cittadini, oltre alle squadre necessarie per provvedere poi alle relative manutenzioni. Vedremo se questa tipologia di servizio che abbiamo instaurato questa estate sul litorale potrà poi essere contrattualizzata nel bando di concorso per l’assegnazione dei lavori di manutenzione per gli anni a venire.

By