Nasce il “Punto di facilitazione digitale” per aiutare i cittadini poco informatici

PISA – Nasce il “Punto di facilitazione digitale”, uno sportello per supportare i cittadini con un basso livello di conoscenza informatica ed aiutarli nella compilazione di bandi o nell’iscrizione ai servizi comunali.

Il servizio, istituito dal Comune di Pisa presso la Società della Salute sarà aperto da lunedì 10 agosto anche grazie alla collaborazione con le associazioni “Donne in movimento” e “Batik”. Allo sportello (in via Saragat 24) il cittadino potrà trovare un operatore a cui rivolgersi per ricevere indicazioni e ogni forma supporto. Rimane aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13. In rispetto alle misure di contenimento Covid-19 sarà accessibile solo su appuntamento (telefono 050.954062).

Questo intervento – afferma l’assessore alla Politiche Sociali Gianna Gambaccini – è stato voluto fortemente dal mio assessorato per andare incontro ai cittadini che spesso incontrano difficoltà nella presentazione delle domande per via digitale. Penso ad esempio agli anziani e alle fasce di indigenti che non hanno a disposizione i mezzi informatici. Il servizio è anche un modo per ottimizzare e implementare il lavoro delle associazioni che vi collaborano”.

Nel frattempo la direzione delle Politiche della Casa, viste le richieste degli interessati e in considerazione del periodo feriale, ha prorogato di una settimana il termine per la presentazione della domanda relativa al contributo ordinario affitto. La scadenza, quindi, non è più il 17 agosto bensì le ore 23.59 del 24 agosto. Nei giorni scorsi era stato aggiunto anche un’ulteriore modalità di presentazione delle domande, che ora possono essere inviate oltre che mediante PEC o mediante il portale on line della Rete Civica del Comune di Pisa, potranno infatti essere spedite anche con raccomandata postale A.R. Anche per le domande spedite per raccomandata/R vale la proroga al 24 agosto: per la spedizione farà fede il timbro dell’Ufficio Postale. Le domande dovranno comunque pervenire obbligatoriamente entro il 31 agosto 2020.

By