Navetta turisti: aumenti del 60% subito dopo le elezioni?

PISA – Vogliono scongiurare un aumento del 60% della navetta per turisti. Sono le guide di ConfGuide Confcommercio Provincia di Pisa, che proprio in questi giorni sono venute a sapere che il prezzo della navetta Ctt per turisti, per intenderci quella che collega il terminal turistico di via Pietrasantina con Largo Cocco Griffi potrebbe più che raddoppiare.

Fino ad oggi i gruppi turistici spendevano un forfait di 25 euro per l’utilizzo della navetta, ma da lunedì prossimo le cose potrebbe cambiare sensibilmente, arrivando a pagare addirittura 60 euro per gruppo” – questo l’allarme del Direttivo delle guide pisane: “Quelle che abbiamo raccolto purtroppo non sono soltanto voci. Sappiamo che la delibera è pronta, abbiamo scritto al Ctt chiedendo delucidazioni su questo rincaro e la risposta, seppur indirettamente, conferma in pieno purtroppo tutti i nostri timori”.

In effetti, la richiesta circostanziata di delucidazioni sull’aumento della tariffa della navetta, con il passaggio da 1 a 2 euro per il singolo passeggero e il forfait da 25 euro a 60 euro per i gruppi ha trovato da parte dell’Urp del CTT una laconica ma allo stesso tempo, eloquente risposta: “In riscontro alla sua richiesta, fino a martedì 26 p.v. non sono in grado di darle informazioni certe relativamente alle nuove tariffe”.

Per le Guide turistiche, in effetti, questo aumento indiscriminato rappresenterebbe un ulteriore colpo ad un settore dai margini sempre più risicati, e in cui lo spropositato costo dei servizi ha come conseguenza il taglio drastico di tutto il resto, con evidenti ricadute negative sul loro già difficile e complicato lavoro. Spiegano le guide: “I turisti già pagano 200 euro di parcheggio pur non offrendo alcun servizio, i bagni sono a pagamento, adesso si vuole rincarare anche il costo della navetta!”.

Taglieggiare i turisti non è certo il modo migliore per fare accoglienza e per incentivare le attività economiche e i professionisti che lavorano seriamente in questo settore, commenta il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli.

By