NavigArte 2013: un successo per tutta la città

PISA – Grande successo di pubblico e di critica per la terza edizione di “NavigArte. NavigAzioni fra danza, musica, arti visive alla Porta del mar”, la rassegna ideata da Movimentoinactor Teatrodanza in collaborazione con il Consorzio Coreografi Danza d’Autore e il sostegno di Comune di Pisa, Fondazione Pisa, Unicoop FI sezione soci Pisa e l’adesione di Fondazione e Museo Piaggio che ha chiuso i battenti lo scorso 8 novembre.

“Un percorso intenso di appuntamenti e di emozioni a cui fa da contraltare la sempre maggiore difficoltà a reperire risorse – ha commentato la direttrice artistica Flavia Buccero che ha aggiunto – per fortuna tutto è possibile, quando c’è di mezzo la passione e un’idea di cultura che travalichi i luoghi dell’abitudine per coivolgere il pubblico, al di là delle generazioni e delle provenienze, in un percorso di bellezza, sensibilità estetica e innovazione che partendo dal quotidiano, trasforma un quartiere marginale ed emarginato fino a poco fa, nel grimaldello per la realizzazione di una città integrata e che integra”. Questa edizione 2013 di NavigArte ha visto alternarsi Compagnie nazionali di teatro e di danza di rilevo come Libera Scena Ensemble, il Balletto di Sardegna, la Compagnia di casa e organizzatrice di NavigArte, Movimentoinactor Teatrodanza/Con.Cor.D.A. con proposte di spettacolo dirette a tutte le generazioni. Tra il pubblico sempre più numeroso c’erano bambini, anziani, giovani studenti universitari e no, residenti del quartiere e residenti del centro storico, alcuni dei quali non erano mai stati in quest’area della città, ma anche turisti e toscani di altre città. “Li abbiamo visti ridere, commuoversi, apprezzare innovazione e contaminazione fra le arti – continua Flavia Bucciero – abbiamo vissuto e fatto vivere attraverso la danza, luoghi inusuali all’interno della Corte Sanac come la galleria, il garage sotterraneo, oltre che Teatri di Danza e delle Arti. Abbiamo abitato con la danza, in brevi coriandoli di spettacolo, il supermercato UniCoopFi di Porta a mare e visto negli occhi dei clienti e delle commesse/i, la meraviglia, il divertimento, la magia che provoca una frattura spazio temporale come può essere un momento di spettacolo, nel caos quotidiano di un punto vendita. E infine con Sconfinamenti venerdì scorso, abbiamo toccato con mano che un’altra idea di cultura e di arte è possibile.

Un’idea nella quale danza, musica, arti visive si incontrano con spazi architettonici postindustriali, dimostrando come la dimensione urbana delle arti può andare a braccetto senza steccati con la cultura “colta”, rappresentata dalle mobili donne di Verdi, coreografia realizzata con gli splendidi costumi curati dalla Fondazione Cerratelli”. Nata tre anni fa con lo scopo di mettere in sintonia la città di Pisa con le sue vie d’acqua, di fiume e di mare e la sua storia di contaminazioni con culture altre che nel corso dei secoli hanno fatto la sua ricchezza – NavigArte è anche un’esperienza di NavigAzione tra culture e arti del contemporaneo che parlano e interagiscono con la tradizione. “Abbiamo appreso di recente che l’idea della Navigazione declinata in termini culturali, è un punto forte del programma di Pisa candidata a Capitale europea della cultura per il 2019. Ne siamo fieri e forse è anche un po’ merito nostro – conclude Flavia Bucciero – il nostro ringraziamento più vivo va in primo luogo a chi ha creduto e crede da sempre in noi: la Fondazione Pisa, il Comune di Pisa, la Fondazione e Museo Piaggio, a cui si è aggiunta quest’anno la Sezione Soci Coop di Pisa. Alle compagnie, ai musicisti e agli artisti indipendenti che hanno voluto aderire a questa edizione, alle danzatrici e ai danzatori della nostra Compagnia e del nostro Consorzio, ai nostri tecnici e al nostro Service luci e audio di fiducia, al nostro agguerrito Ufficio stampa, alle nostre stagiste dell’Università di Pisa e alla nostra responsabile della promozione. Insomma tutti coloro che hanno reso possibile questa utopia”.

20131110-173346.jpg

20131110-173421.jpg

You may also like

By