A NavigArte clown e miti per incantare adulti e bambini

PISA – Uno spettacolo travolgente nel suo ritmo fisico incalzante, comico, malinconico a volte ironico, grottesco, musicale, intenso, esoterico e mai volgare. Dedicato al grande clown internazionale Romano Colombaioni, maestro e caro amico di Marco Di Stefano che di “Alone Togheter” è autore ed interprete. Lo vedremo in scena venerdì 30 novembre alle 21 a Teatri di Danza e delle Arti in Corte Sanac a Pisa, in occasione del prossimo appuntamento di NavigArte 2018, il festival ideato da Movimentoinactor Teatrodanza e Consorzio Coreografi Danza d’Autore e realizzato con il sostegno di Fondazione Pisa, Comune di Pisa, Regione Toscana di UniCoopFi-Sezione Soci Pisa e la collaborazione di Università di Pisa.

Alone Togheter” della Compagnia “ Teatro della Comunità” con la regia di Tanya Khabarova, è uno spettacolo adatto a bambini e famiglie, una produzione che ha accompagnato Marco Di Stefano attraverso il tempo e lo spazio. La sua prima intorno al 2000 nella attuale versione, e negli ultimi 18 anni in molti paesi europei ed extra europei. Il commento musicale – parte integrante del lavoro – è a cura di Antonio Ferdinando Di Stefano e Sandro Dall’Omo. Ma le sorprese non finiscono qui perché a NavigArte ci aspetta un altro appuntamento da non perdere: “Perseo e Medusa” della Compagnia ASMED/Balletto di Sardegna. Lo spettacolo firmato dalla coreografa Cristina Locci andrà in scena domenica 2 dicembre alle 17.30 in versione site specific nella Galleria della Corte Sanac a ingresso libero. E poi nella matinée per le scuole lunedì 3 dicembre alle 10.00 presso Teatri di Danza e delle Arti  in versione integrale per gli allievi  delle scuole primarie. Particolarmente adatto a bambini e alle famiglie questo spettacolo racconta con eleganza e poesia il mito di Perseo che rappresenta il punto di incontro di una serie di miti: il primo che inevitabilmente dà inizio alla storia di Perseo è quello di Danae sua madre, visitata da Zeus sotto forma di pioggia d’oro, immagine di grande forza evocativa. E poi  il mito di Medusa, bellissima gorgone punita implacabilmente da Atena e trasformata in un mostro orribile e che, a sua volta, trasforma in statua di marmo chiunque la guardi. E ancora il mito di Pegaso cavallo alato. Insomma, quella di Perseo ci appare così come una delle avventure più avventurose della mitologia greca e non solo, interpretata da Matteo Corso, Senio G.B. Dattena che ne è anche regista, e Sara Manca per esaltarne i temi cruciali che sono anche quelli che da sempre ispirano il lavoro della Compagnia di Cagliari: la giustizia, l’amore e l’eterna lotta tra il bene e il male. E come consueto nelle produzioni che Asmed dedica ai più giovani, affronta questa messa in scena con la felicità da regalare ai bambini e ai ragazzi che la vedranno e con la cura che dedicano a tutte le parti che compongono lo spettacolo, dalla regia alla coreografia, dalla danza alla musica, dai costumi alla scenografia.

Gli spettacoli saranno seguiti da un breve incontro con gli artisti, un’occasione unica che permette agli spettatori di esaudire le proprie curiosità, entrare nel vivo della costruzione artistica degli spettacoli e avere la possibilità di incontrare gli interpreti.

Biglietti:  Intero € 7, Ridotto € 5 (soci UniCoopFi, studenti universitari, residenti quartiere Porta a mare – Cep – Barbaricina). € 3 per gli allievi delle scuole per lo spettacolo in matinée del 3 dicembre

INFO E PRENOTAZIONI. Teatri di Danza e delle Arti – Corte Sanac 97/98 – Pisa. Tel 050 501463 – movimentoinactor.org1@gmail.com. Pagina facebook e instagram NavigArte www.movimentoinactor.it

By