NavigArte. Flavia Bucciero: “Non ci fermiamo, proseguiremo il festival online”

PISA – Quella appena passata è stata l’ultima domenica di spettacoli dal vivo per “NavigArte. NavigAzioni fra danza, musica, arti visive alla Porta del Mar”, il festival internazionale promosso da Movimentoinactor/Con.Cor.D.A e diretto da Flavia Bucciero, sostenuto da Regione Toscana, Comune di Pisa, Fondazione Pisa e sezione Soci Coop Pisa.

Questa edizione sarebbe dovuta essere ancora più vissuta dal pubblico, perché celebra un traguardo molto importante: 10 anni di danza a Pisa. Eppure, in questo momento c’è ben poco da festeggiare, perché in base alle nuove restrizioni imposte dal Governo con il Dpcm entrato in vigore proprio ieri, i teatri resteranno chiusi fino al 24 novembre. 

Una misura assolutamente ingiusta e illogica” è il commento a caldo di  Flavia Bucciero direttrice artistica del Festival NavigArte  che spiega perche: “i cinema e i teatri sono i luoghi in cui le regole sono maggiormente rispettate, i luoghi più sicuri. A marzo tutti noi operatori del settore, abbiamo accettato le misure per la chiusura, senza battere ciglio, nonostante le enormi perdite economiche subite, ma ora no. Ci siamo sottoposti a misure drastiche, enormi spese per la sicurezza di tutti. Ogni persona che viene in teatro è tracciata, monitorata, distanziata, ha un posto pre-assegnato. E, quindi, chiuderci è una misura ingiusta e discriminante, inaccettabile. Speriamo che il governo torni sui suoi passi, perché ai cittadini possono essere chiesti sacrifici, ma non imposte misure ingiustificate, ne va della credibilità delle istituzioni stesse. Noi certamente non ci fermeremo – conclude Flavia Bucciero – NavigArte 2020 continuerà on line e tutti i dettagli e le informazioni saranno disponibili in tempo reale sulla pagina facebook del Festival”. 

Il pubblico ha dimostrato di aver bisogno del teatro e della cultura in generale, perché non ha mai fatto mancare il suo sostegno al festival. Domenica scorsa, infatti, al Teatro Nuovo di Pisa è andata in scena la prima nazionale dello spettacolo “Gazela, la zia Akima e lo spirito della Saggezza” di Con.Cor.D.A./Movimentoinactor con le danzatrici Leila Ghiabbi ed Elisa Paini , la regia e coreografia di Flavia Bucciero, le luci di Riccardo Tonelli. Uno spettacolo nato per far fronte all’esigenza di distanziamento fra gli artisti, in cui l’unico momento  nel quale le danzatrici sono più vicine, vengono usate le bellissime mascherine artistiche create da Delio Gennai. La storia, liberamente ispirata ai racconti dello scrittore del Mali Amadou Hampaté Ba, è quella di una giovane ragazza che vive in un villaggio africano e affronta un rocambolesco viaggio incontrando animali molto particolari: il camaleonte, il pipistrello, lo scorpione, l’otarda, ognuno con un segreto da rivelarle. Si tratta di verità che si manifestano con segni e significati interpretabili ciascuno per un significato diurno e un altro notturno, uno positivo e l’altro negativo, come le rivelerà, alla fine, lo spirito della saggezza della zia Akima. Lo spettacolo è stato accolto con entusiasmo da un pubblico composto prevalentemente, ma non esclusivamente da genitori e bambini, anche se era tangibile la tristezza e la delusione nel trovarsi di fronte a quello che sarebbe stato l’ultimo spettacolo che avrebbero visto, chissà per quanto tempo. 

By