Negozio ritrovo di pregiudicati: chiusura obbligata di quindici giorni

PISA – All’interno di un negozio di vicinato nei pressi di Piazza dei Cavalieri a Pisa è stato trovato un italiano, pregiudicato, con divieto di ritorno nel Comune di Pisa. A seguito di una perquisizione personale della Polizia in Piazza dei Cavali,  gli è stato anche trovato indosso un coltello, per cui è stato denunciato per porto abusivo di arma e inadempienza alla misura del foglio di via obbligatorio.

L’uomo è stato denunciato alla procura della Repubblica e l’esercizio pubblico è stato invece messo sotto speciale osservazione. Incrociando i dati in possesso di polizia e carabinieri, con le identificazioni giornaliere dei soggetti ritenuti sospetti o pericolosi per l’ordine e sicurezza pubblica, si è potuto appurare che il negozio era diventato l’abituale ritrovo di pregiudicati e di irregolari sul territorio nazionale aventi precedenti di polizia per reati sugli stupefacenti, contro il patrimonio e contro la persona.

Il Questore di Pisa ha emesso da giovedì 7 febbraio un decreto di sospensione di 15 giorni della licenza perché “le frequentazioni di quel locale costituivano un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume e la sicurezza dei cittadini“. Questo tipo di servizi continueranno, affiancandosi ai consueti servizi di controllo del territorio i cui risultati positivi in termini di arresti effettuati ed espulsioni eseguite sono stati particolarmente apprezzati

 

By