Nei primi giorni di settembre gli ultimi appuntamenti del Certosa Festival, una manifestazione sempre più in ascesa

CALCI – Oltre mille spettatori, una cornice suggestiva e un richiamo di promozione culturale e territoriale senza precedenti. E’ lo straordinario bilancio della 19esima edizione del Certosa Festival che, con venerdì 26 luglio, ha chiuso la prima parte degli spettacoli estivi dando appuntamento agli ultimi tre eventi del 6, 8 e 13 settembre.

La rassegna, grazie alla direzione artistica di Salvatore Ciulla, si conferma uno degli appuntamenti culturali più attesi e partecipati della Provincia e ha visto la presenza anche di prestigiosi partner quali Confesercenti, Toscana Energia, Terre di Pisa e l’Unità pastorale della Valgraziosa.

“Il Certosa Festival – interviene il Sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti – è uno dei fiori all’occhiello del nostro territorio. Il legame tra il Comune e la rassegna è cresciuto negli anni ed è stato sempre più volano di cultura, partecipazione e promozione del territorio. Al contempo, grazie alle numerose iniziative capaci di toccare svariate discipline, sono sempre di più i visitatori e i turisti che arrivano in paese godendo dei prodotti tipici del territorio favorendo la nostra economia locale”.

Sono infatti più che raddoppiati gli esercizi commerciali calcesani che hanno accettato – grazie a Confesercenti – di far parte del circuito Certosa Festival Card, una card che dà diritto a sconti nei negozi di Calci, al Certosa Festival e al Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa, in una “rete virtuosa” che lega economia e cultura in un vincolo di reciproca collaborazione.  Del resto l’Amministrazione Comunale calcesana ha dato in questi ultimi anni una forte spinta alla cultura nelle sue diverse espressioni e si è posta come spalla per promuovere iniziative capaci di valorizzare discipline diverse a partire dalla musica e il teatro passando per la danza e la letteratura.

A confermarlo l’assessora con delega alla cultura del Comune di Calci, Anna Lupetti: “Da tempo il Museo di Storia Naturale sia diventato non solo un prestigioso museo in costante crescita ma anche un centro attivo di cultura che ha generosamente ospitato appuntamenti non prettamente attinenti alla natura del museo stesso e patrocinati dal Comune di Calci che hanno trovato all’interno degli spazi museali una più consona collocazione”.

“Al contempo un gran numero di spettacoli si è tenuto e si terrà gratuitamente sulla piazza del Comune “a sottolineare – conclude il Sindaco Ghimenti – ancora di più il legame tra la Certosa e il nostro paese che ha dimostrato di apprezzare l’eterogeneità degli spettacoli e di un cartellone artistico di vera eccellenza”. Gli ultimi tre appuntamenti del Certosa Festival vedranno “Shape of my heart. The music of Sting” a cura di Angela Lombardi e Piero Frassi,  venerdì 6 settembre alle 21.30 e domenica 8 settembre, sempre nella Piazza del Comune, il concerto jazz a cura della Sinfonia Jazz Ensemble in collaborazione con Barga Jazz Festival e “Con… il Certosa Festival” , per finire, venerdì 13 settembre “Don Camillo racconta” alla Pieve dei Santi Giovanni ed Ermolao”. 

By