Nel bosco a cercare asparagi. La donna si perde poi viene ritrovata. Entrambi i coniugi deferiti

PISA – Una storia a lieto fine in tempi di Coronavirus che ha riguardato due coniugi di 80 anni che si sono addentrati nella macchia di Calambrone a Pisa per cercare asparagi.

di Antonio Tognoli

Una cosa normale non fosse per l’ultimo decreto emesso dal Presidente del consiglio dei Ministri con un piccolo particolare: i due ad un certo punto si sono divisi, la donna si è persa nel bosco e dopo la denuncia di scomparsa del marito sono stati attivate le ricerche e allarmati Polizia di Stato, Carabinieri e Vigili del Fuoco che hanno lavorato tutta la notte.

Fortunatamente la donna colpita da malore è stata ritrovata dai cani molecolari nella prima mattina di sabato 14 marzo e da poche ore è tornata assieme al marito, perché “tutto è bene quel che finisce bene“, ma purtroppo i coniugi saranno deferiti alla Procura per la violazione delle norme sugli spostamenti delle persone prevista dai recenti D.P.C.M.

La norma che prevede il divieto ammette poche eccezioni, come ormai tutti sanno, e in questo caso specifico questo comportamento ha comportato l’impiego di forze di polizia e volontari, con evidente pericolo di assembramenti tra i soccorritori ed il personale sanitario che si sono per ore dedicati alla ricerca della donna in un momento particolare per il quale si è più volte, ed a gran voce, chiesto ai cittadini di restare nelle proprie abitazioni se non per concrete necessità.

I controlli sull’attuazione dei divieti al transito pedonale e veicolare continueranno a cura di tutte le forze di polizia e delle polizie municipali di tutta la provincia di Pisa, anche nel fine settimana.

By