Nel derby del Vernacolo al Ristorante “Da Rino” Livorno batte Pisa 3-2

PISA – Non è’ stato un derby calcistico, ma le sfide tra Pisa e Livorno sono sempre molto sentite. Al Ristorante “Da Rino” venerdì sera c’è stato il primo derby del “Vernacolo”. A spuntarla sono stati i labronici in una serata divertente e piena di risate.

I due pisani Atos Davini e Alfondo Nardella della Brigata dei Dottori contro i livornesi Fulvio Pacitto e Enrico Faggioni, sono stati i principali attori della sfida. Tantissime le persone che sono accorse per assistere alla serata organizzata dall’Alap, Associazione Laureati Ateneo Pisano. Tortino di funghi porcini, risotto ai carciofi e maiale, pappardelle al cinghiale, tagliata con verdure grigliate e patate e zuppa inglese. Questo il menu per le oltre duecento persone presenti.

Quattro sfide a tema: “pisani e livornesi”, “in che mondo si vive”, “matrimonio, corna e affini” e “super-risate libere”. Otto i giurati: Giancarlo Peluso, Beppe Vanucci, Lia Orlandi, Benozzo Gianetti, Gina Giani, Renzo Castelli per La Nazione, Cesare Bonifazi per Il Tirreno e Graziana Maggi per Pisainformaflash. E con il voto del pubblico, misurato dall’applausometro.

La comicità di Fulvio Pacitto, maestro d’ascia del rione “Pontino”, contro le poesie in vernacolo del grande Atos Davini. Le situazioni di ironica quotidianità pisana raccontate da Alfondo Nardella contro il menestrello cantabarzellettiere Enrico Faggioni. Una sfida ad armi pari sul filo dell’ultima battuta. 2 a 2 il risultato finale che porta le due squadre alla bella. Alla distanza viene fuori Livorno che si aggiudica la partita e la targa consegnata dal presidente dell’Alap, il vicesindaco Ghezzi. Pisa chiede la rivincita, per una manifestazione che ha gia’ avuto il suo successo. Il prossimo appuntamento si svolgerà in terra labronica dove Pisa conta di primeggiare.

20131202-003804.jpg

By