Nella “Notte Bianca” un gran lavoro per i militari dell’Arma: due arresti e 210 veicoli controllati

PISA -Un impegno straordinario quello affrontato dai Carabinieri della Compagnia di Pisa per garantire la sicurezza nel corso della “notte bianca” di Pisa organizzata tra sabato e domenica notte. In aderenza alle direttive del Prefetto Tagliente e in coordinamento con la Questura pisana, sono stati disposti una serie di servizi volti alla tutela dell’ordine pubblico e alla prevenzione e repressione dei reati. In tutto sono scesi in campo 30 Carabinieri.

In particolare sono stati disposti servizi in abiti civili e pattugliamenti in uniforme e a bordo di autovetture per tutto il centro storico e nelle aree di maggiore aggregazione, nonché di vigilanza e controllo sulle arterie stradali in entrata e in uscita alla città.

Grazie al lavoro deglia genti è stato possibile arrestatre in flagranza di reato di furto un cittadino rumeno (M.I.A. classe 1995), nullafacente e pregiudicato, fermato subito dopo aver perpetrato un borseggio ai danni di una giovane studentessa nella centralissima via dei Rigattieri. L’uomo, che già aveva destato sospetto ad una pattuglia in abiti civili, è stato fulmineamente fermato subito dopo aver asportato dalla borsetta che portava a tracolla la vittima, un telefono cellulare.

Subito rincorso, è stato bloccato anche grazie all’ausilio di cinque militari paracadutisti del C.A.PAR. della Caserma di via di Gello. La refurtiva è stata immediatamente restituita alla ragazza.

Poco dopo, nella storica Piazza delle Vettovaglie, un’altra pattuglia in abiti civili, ha tratto in arresto per spaccio di stupefacenti un tunisino, clandestino (R.O. classe 1994), fermato mentre spacciava una dose di hashish ad un giovane del luogo. Il tunisino è stato poi trovato in possesso di ulteriori 6 gr. e della somma di 100 euro.

I negozi aperti per tutta la notte, inoltre, sono stati oggetto di attenzione anche di malintenzionati tant’è che è stata rafforzata la vigilanza con pattuglie nel centralissimo Corso Italia, dove una biologa italiana è stata fermata dopo che aveva asportato merce varia di modico valore da un negozio di abbigliamento. La donna è stata deferita in stato di libertà e la merce restituita al negoziante.

Un’altra denuncia ha riguardato un cittadino macedone che è stato rintracciato alcune ore dopo aver consumato un furto di un cellulare ai danni di un cittadino del Bangladesh in Piazza Stazione.

Alcune pattuglie hanno invece monitorato le strade di accesso e di uscita della città attraverso posti di blocco durante i quali sono stati impegnati gli apparati etilometrici e i cani da polizia e antidroga del Nucleo Cinofili di San Rossore. Nella rete dei controlli sono finite 6 persone denunciate a vario titolo per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e guida senza patente, mentre altre due persone sono state fermate a bordo di due ciclomotori risultati oggetto di furto consumati nel 2013 e 2011 rispettivamente a Viareggio e Livorno.

Le stesse sono state deferite all’A.G. per ricettazione e i mezzi riconsegnati ai proprietari. Complessivamente sono state controllate 210 persone e 111 veicoli. Sei giovani sono stati segnalati alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti a scopo non terapeutico perché sorpresi a consumare hashish e marijuana in alcuni vicoli del centro. A una coppia cecinese sono stati notificati provvedimenti di Foglio di Via Obbligatorio dai Comuni di Pisa e San Giuliano Terme poiché all’atto del controllo nei pressi di un esercizio commerciale sono risultati gravati da numerosi precedenti di polizia e non hanno saputo dare valide giustificazioni circa i motivi della loro presenza a Pisa. I provvedimenti sono stati emessi in tempo reale dalla Questura. Dodici grammi tra hashish e marijuana l’ammontare complessivo della droga sequestrata.

Fonte: Carabinieri Pisa

20131126-000254.jpg

You may also like

By