Nella prossima edizione della Serie B torna il Pisa

PISA –  La prossima edizione della Serie B, che prenderà il via il 26 agosto, vedrà nuovamente al via anche il Pisa che, torna così in cadetteria a distanza di sette anni dall’ultima partecipazione. Nella stagione 2008-09 infatti, i nerazzurri dopo una stagione travagliata e dopo l’infausta gara casalinga contro il Brescia, retrocessero in Lega Pro. Seguì poi il fallimento del Pisa calcio e la risalita dalla Serie D, coronata con questo successo. I nerazzurri saranno l’unica rappresentante della Toscana, vista la retrocessione del Livorno. Ci saranno ovviamente Carpi, Frosinone e Verone appena retrocesse dalla Serie A, con ambizioni di immediata risalita. Oltre al Pisa, unica promossa tramite la formula dei play off, sono salite dalla Lega Pro Cittadella, Spal e Benevento che avevano vinto i propri gironi al termine della regolar season. Ci sarà anche il Trapani fresco sconfitto dalla doppia sfida play off con il Pescara che, ha raggiunto Cagliari e Crotone in Serie A.  Le regioni più rappresentate saranno il Veneto con Vicenza, Verona e Cittadella; la Campania con Avellino, Benevento e Salernitana; e l’Emilia Romagna con Carpi, Spal e Cesena. Molte regioni con due formazioni: Umbria con Perugia e Ternana, Lazio con Frosinone e Latina, Piemonte con Pro Vercelli e Novara, Liguria con Entella e Spezia. Come detto il Pisa sarà l’unica rappresentante della Toscana, così come il Brescia della Lombardia, il Trapani della Sicilia, l’Ascoli delle Marche ed il Bari della Puglia. La Serie B da alcuni anni ha una formula del tutto particolare. Il girone a 22 squadre, prevede la promozione diretta in Serie A delle prime due classificate. La terza squadra promossa, esce fuori dai play off che si disputano dalla terza classificata all’ottava. Terza e quarta sono direttamente in semifinale, quinta, sesta, settima ed ottava si sfidano in quarti di finale secchi in casa della meglio piazzata. In questa stagione la classifica ha avuto la sua importanza, dal momento che in finale sono arrivate Trapani terzo classificato ed il Pescara quarto. Nel caso di distacco superiore ai nove punti, nei confronti della quarta classificata, i play off non si disputano e la terza è direttamente promossa in A. E’ però prevista un’ulteriore regola che prevede che un perimetro play off di quattordici punti. Chi resta fuori non partecipa indipendentemente dalla posizione. Quindi possono verificarsi play off a sei squadra ma anche a cinque e così fino a due soltanto, sempre che il distacco non superi i nove punti. Per quanto riguarda le retrocessioni, le ultime tre cadono direttamente in Lega Pro. La quartultima e la quintultima disputano i play out se il distacco è superiore a quattro punti. In caso contrario la quartultima è direttamente retrocessa.

By