Nessuna novità per la tassa di soggiorno. Lo dichiara l’Ass. al turismo di Volterra

Volterra –

«Per adesso non ci sono criticità». E’ quanto rilevato, in merito all’introduzione della tassa di soggiorno, dall’assessore al turismo del Comune di Volterra Gianni Baruffa. «In questi giorni mi sono recato in alcuni alberghi e alcune strutture ricettive per toccare con mano l’introduzione della tassa di soggiorno – spiega -. Ho avuto modo di scambiare opinioni direttamente sul campo e sapere quali sono state le prime reazioni soprattutto con i clienti. Come pensavamo non ci sono stati per lo meno nelle strutture dove sono stato situazioni di criticità. Soprattutto con gli stranieri ma anche con gli italiani. Ho avuto modo insieme alla titolare di una struttura di vedere come funziona il portale webcheckin messo a disposizione dall’amministrazione e devo dire che, a parte l’impatto iniziale perchè è uno strumento nuovo per chi non lo usava prima, gli operatori si muovono con molta tranquillità. Avendola fatta partire dall’ 1 marzo c’è modo e tempo di prendere dimestichezza così da ridurre i tempi di inserimento». Nei prossimi giorni sul sito del Comune nella sezione “tassa di soggiorno” sarà presente un video demo che spiega i passaggi da fare sulla piattaforma webcheckin per offrire un aiuto concreto sulla compilazione dei form della piattaforma stessa. «Ricordo inoltre che i metodi di riscossione da parte del Comune sono tramite bonifico bancario, bollettino postale o deposito diretto presso la tesoreria del Comune che si trova presso la banca Monte Paschi di Siena – aggiunge l’assessore Baruffa -. Per noi è importante avere un contatto diretto con le strutture per capire come stiano andando le cose. Mi scuso se non riuscirò a visitare tutte le strutture, perchè sono davvero molte, comunque per qualsiasi problema o dubbio mi rendo disponibile, attraverso la mia mailg.baruffa@comune.volterra.pi.it. Come abbiamo sempre detto fin dall’inizio cercheremo di fare tutto quello che è possibile nel rispetto del regolamento comunale per far sì che tutti possano lavorare al meglio. Ribadisco che tutti gli introiti generati dalla tassa andranno in promozione decoro e accoglienza, così da premiare anche lo sforzo che in questo momento è stato richiesto alle strutture. E’ importante per noi mantenere un livello ottimale sulla promozione turistica, per essere sempre competitivi su ogni mercato nazionale e internazionale» conclude l’assessore Baruffa.

By