Stefano Scappini, ex di turno a Pisanews:”Quello di Pisa è stato uno dei migliori anni della mia carriera”

PISA – Dopo la vittoria in extremis nel derby con la Lucchese, grazie ad uno splendido uno – due di Nacho Varela, il Pisa dovrà affrontare un ‘altro derby in quel di Pontedera, per niente facile in quanto la squadra granata non smette mai di stupire nel mietere risultati preziosi come, in ultimo, il pareggio ad Ancona e nella cui compagine milita un ex che a Pisa ha fatto una decina di gol, 5 in Coppa e 5 in campionato pur non giocando con frequenza e che,in questo campionato,è finito nelle prime pagine dei giornali ,anche di tiratura nazionale,per la manita segnata,con la maglia del Pontedera,alla Lupa Roma,e per altre reti importanti nell’economia dei risultati della compagine pontederese.Stiamo parlando di Stefano Scappini, attaccante perugino di nascita. Pisanews lo ha contattato telefonicamente per sentire un pò gli umori in casa granata.

di Maurizio Ficeli

Salve Stefano, ben ritrovato sul nostro portale: direi che la tua esperienza a Pontedera sta andando in maniera piu che positiva vero?

“Si, diciamo che è un momento positivo sia da parte mia a livello di reti e prestazioni e sia da parte della squadra nel suo complesso,ma,nonostante ciò,non mi curo assolutamente sugli allori, veniamo da un pareggio importante conquistato al “Conero” di Ancona contro i biancorossi locali e siamo caricati per la gara di lunedi dove chiaramente siamo intenzionati a far bene”.

Questo Pontedera ogni anno cambia diversi giocatori, ma malgrado questo, ogni anno gioca bene e continua a stupire: qual è il segreto di questo successo?

“Se la squadra cambia elementi ed i risultati arrivano sempre, il segreto è Mister Indiani, è lui la marcia in piu, poi c’è la società, che è seria ed è di esempio per il calcio italiano. Trovarne società serie come questa. Il Pontedera di quest’anno poi è un bel mix di giocatori giovani ed esperti, un ambiente positivo possiamo far bene ed arrivare in alto”.

Passiamo al Pisa: hai avuto modo di informarti sul derby vinto in extremis con la Lucchese?

“Si, ho visto che ha vinto all’ultimo, forse la prestazione potrà essere stata discutibile, ma le grandi squadre, ed il Pisa lo e’ riuscendo  a vincere anche se non gioca benissimo come ha fatto contro la Lucchese”.

Quindi puoi dare uno sguardo al Pisa di questo campionato: come lo vedi?

“Quest’anno vedo nel Pisa organizzazione e compattezza a livello di complesso, con una squadra preparata e guidata da un tecnico altrettanto preparato come Mister Gattuso. Poi ci son giocatori come Varela ed altri come Cani, Montella e parecchi altri forti, detto questo però il Pisa troverà un Pontedera altrettanto preparato”.

Hai avuto modo di sentire compagni di squadra che erano con te sotto la Torre?

“Certo, mi sento con Tulli, con Sbraga, con Perez e Mingazzini. Poi sono rimasto legato all’anno di Pisa che è stato uno dei migliori della mia carriera calcistica, fu bellissimo fare un bel campionato e disputare i playoff, peccato per quella finale persa a Latina”.

By