Niccolò Fabi premiato al Cinema Lumière con “Le Voci di Charlie 2013”

PISA – La Fondazione Charlie Onlus e Charlie Telefono Amico hanno deciso di assegnare quest’anno al cantautore Niccolò Fabi il Premio “Le Voci di Charlie“.

La cerimonia di consegna si è svolta oggi pomeriggio al cinema Lumière di Pisa. A conferire il premio al musicista sono stati il presidente della Fondazione Charlie Angelo Migliarini e il sindaco di Pisa Marco Filippeschi.

Un riconoscimento all’attività di volontariato e solidarietà svolta dall’artista attraverso la Fondazione “Parole di Lulù” Onlus, creata nel 2010 insieme alla compagna Shirin Amini.

Niccolò Fabi premiato al Cinema Lumière di Pisa

Accanto a loro, presenti anche il presidente della Fondazione Pisa Claudio Pugelli, il presidente della Provincia Andrea Pieroni e il sindaco di Pontedera Simone Millozzi, in rappresentanza di una parte di quelle istituzioni, che sostenendo Charlie attivamente in qualità di soci, hanno contribuito a renderla negli anni una realtà benefica radicata in tutta la regione e non solo.

Il presidente della fondazione Angelo Migliarini ha motivato così la scelta di Niccolò Fabi. “Possiamo definire Charlie un servizio ‘immateriale’: sono anonime lepersone che chiamano, sono anonimi i volontari che rispondono alle telefonate. Charlie non ha corpo. È una forma pura di volontariato, che si nutre di voci e parole. Esistono voci che riconosciamo vicine che sembrano abitarci da sempre. Quella di Niccolò Fabi è una di quelle.

Abbiamo scelto di dare a lui il Premio ‘Le Voci di Charlie’ per l’attività svolta con la sua Onlus, ‘Parole di Lulù’. E per le sue canzoni. Che hanno un valore catartico, con testi dalle parole mai consumate. Una sua canzone, “Dentro”, dice: ‘Hai dentro la tua malattia e hai dentro la tua cura’. È esattamente questa la linea etica di Charlie. Che aiuta chi ha bisogno senza giudicare o cercare di cambiare le persone, ma aiutando chi chiama ad ascoltare le voci che ha dentro di sé. È per questo che sentiamo nei confronti di Niccolò Fabi una straordinaria vicinanza. È una persona a cui vorremmo assomigliare”.

Il cantate ha così commentato il riconoscimento. “Ricevere il Premio ‘Le Voci di Charlie’ è una gratificazione doppia. Significa che la nostra fondazione ‘Parole di Lulù’, una piccola fondazione ‘a gestione familiare’, è ritenuta affidabile e credibile da chi si occupa di beneficenza e volontariato da anni.

Da parte nostra, cerchiamo di scegliere sempre con grande cura e attenzione i progetti su cui lavorare. Due anni fa abbiamo inaugurato l’ospedale di Chiulo in Angola, un traguardo raggiunto grazie alla Ong Medici con l’Africa Cuamm, con cui abbiamo un rapporto di fiducia maturato in tanti anni di collaborazione. Ancora oggi l’impegno continua perché è necessario mantenere in buono stato la struttura. Per noi quell’ospedale è un’eredità personale, non solo economica.

Da poco inoltre siamo riusciti a portare a termine il progetto Ecmo per il Bambin Gesù di Roma: la burocrazia ha allungato i tempi, ma ce l’abbiamo fatta, e adesso l’ospedale pediatrico ha un’ambulanza per il trasporto dei bambini che soffrono di insufficienza cardio – respiratoria. La raccolta fondi è solo il carburante per una macchina che poi bisogna saper guidare e far passare oltre gli ostacoli della burocrazia. Ora stiamo mettendo insieme le idee per fare qualcosa di nuovo il 30 agosto, con i bambini, il loro benessere e la loro salute sempre al centro di tutto”.

By