Nicola Mingazzini a Pisanews: “Vitale e Braglia cercheranno di vincere il campionato, col girone diviso in orizzontale vedo il Pisa la squadra piu’ forte”.

PISA – Mentre i dirigenti nerazzurri continuano le trattative di mercato per portare a Pisa diversi giocatori, in una squadra che avrà quasi interamente volti nuovi, Pisanews ha voluto sentire chi ha dato il suo contributo ai successi del Pisa ed ora a scadenza di contratto, salperà in lidi. Stiamo parlando di Nicola Mingazzini,che insieme agli altri due senatori Rocco Sabato e Capitan Francesco Favasuli, lasceranno la città della Torre.

Come non ricordare il loro impegno in campo, la semifinale di Perugia e tanti altre prestazioni con la maglia della nostra città. Bene, sentiamo cosa ci ha detto il centrocampista romagnolo.

Nicola Mingazzini (Foto Massimo Ficini)
Nicola Mingazzini (Foto Massimo Ficini)

Ciao Nicola, cosa stai facendo in questo periodo?

“Sono a casa in vacanza e sono in attesa di una chiamata. Spero di trovare squadra prima possibile. Qualche contatto c’è stato, ma per adesso è tutto in fase embrionale”.

Sulla stagione in nerazzurro appena finita cosa ti senti di dire?

“C’è stata una gran confusione in generale e quando c’è confusione si lavora male e purtroppo ci sono stati alti e bassi”.

Ma un bilancio della tua permanenza a Pisa come puoi definirlo?

“Il primo anno è stato un bilancio positivo a livello di squadra e come prestazioni personali, quest’anno invece dovuto anche a situazioni contingenti, ho fatto di meno di ciò che potevo fare”.

Il 30 giugno è scaduto il tuo contratto, ma in questo periodo hai parlato con la societa riguardo ad un possibile rinnovo?

“Onestamente, sono andato a parlare due volte col Presidente Battini e lui aveva speso delle parole con me e quindi mi sarei aspettato una telefonata sia in positivo o sia in negativo”.

Ma Vitale e Braglia li conosci? come vedi il Pisa guidato da loro?

“Li conosco di fama, non personalmente. Sicuramente Vitale e Braglia sono venuti a Pisa per vincere il campionato e cercheranno di centrare questo obiettivo, per raggiungere questi risultati però dovranno esser fatti più investimenti di quelli fatti negli ultimi anni”.

Che ricordo porterai con te della gente di Pisa?

“Il ricordo di tifosi calorosi ma al tempo stesso molto obiettivi nelle loro valutazioni, sicuramente gente perbene, sono stato trattato benissimo da loro”.

Hai avuto modo di sentire altri tuoi compagni in questo periodo?

“Si, ho sentito Ciccio Favasuli, anche lui è in attesa ma ha due/tre richieste che gli auguro si concretizzino, insomma tutti noi col contratto scaduto siamo in attesa di una chiamata”.

Nel salutarti, Nicola, ti chiedo un parere sul girone dove in teoria dovrebbe essere inserito il Pisa…:

“A mio avviso, se il girone verrà diviso in maniera orizzontale, il Pisa è sicuramente la squadra più forte, resta invece il rammarico che noi abbiamo dovuto affrontare gironi di ferro”.

By