Niente quattrordicesima per le lavoratrici della Mensa della Scuola Normale dalla CFT

PISA – Come un fulmine a ciel sereno le lavoratrici della mensa interna alla Scuola Normale Superiore di Pisa il 19 luglio hanno appreso la notizia che la 14° mensilità non verrà loro corrisposta dalla CFT, cooperativa per la quale
lavorano e a cui è stato assegnato l’appalto della mensa.

“Possiamo immaginare gli impegni presi da queste lavoratrici proprio in
prossimità del periodo di ferie: ombrelloni prenotati, figli in attesa delle tanto agognate vacanze, mentre CFT spazza via ogni prospettiva di meritato riposo, senza un avviso equo ma solo 24 ore prima del pagamento previsto il giorno 20 luglio.

Cercando informazioni su questa grave mancanza, abbiamo saputo – dicono i Cobas – che nessuno
di tutti i lavoratori e soci della cooperativa CFT ha percepito la 14° mensilità.

Le ragioni del fatto potrebbero essere anche serie, ma l’avviso ai soci e ai
lavoratori inviato solo con un giorno di anticipo esprime la mancanza di
rispetto verso chi, di certo, ha preso impegni economici per il dovuto non ancora percepito.

Incomprensibile anche il totale disinteresse e la mancanza di una risposta che dimostri la partecipazione al problema della SNS di Pisa e della capofila ATI dell’appalto, la Cooplat di Firenze, ambedue da noi avvisate con sufficiente anticipo ma chiaramente distanti dai “problemucci” di chi, da molti anni, presta servizio in quella “Eccellenza” che certamente non eccelle negli interventi che direttamente si inseriscono nelle dinamiche e negli interessi della Scuola Normale Superiore di Pisa”.

QUATTORDICESIMA SUBITO!

Fonte: Confederazione Cobas

By