No alla competizione tra gli aeroporti di Pisa e Firenze. Eligi: “Non pensino che stiamo fermi”

PISA- Si è tenuta stamani la conferenza stampa del PSI e ‘Riformisti per Pisa’ in merito alle dichiarazioni di Enrico Rossi sulla disponibilità della Regione a vendere le sue quote di SAT- “Rossi ha sconvolto gli impegni presi” afferma Rolando Vivaldi, Segretario PSI della Città di Pisa “La delibera della Giunta Regionale è un fatto estremamente grave che pone anche un problema di orientamento politico. Filippeschi è stato messo in grande difficoltà e tutte le forze politiche, di maggioranza e opposizione- sono concordi nel denunciare questo atteggiamento inconcepibile” 

Foto0106

Per Carlo Sorrenti, segretario PSI Provinciale “No alla guerra tra campanili. Vogliamo che sia mantenuto l’accordo per il polo strategico aeroportuale toscano e che la SAT, che esprime un modello produttivo straordinario, resti al centro con la sua esperienza. Lanciamo un appello agli enti pubblici, ai privati e al governo, perché si tenga in dovuta considerazione l’importanza dello scalo pisano e la sua promozione”. Rilancia Federico Eligi, Assessore comunale per i Riformisti per Pisa: “La nostra posizione rimane quella del patto di indirizzo: non vogliamo la competizione tra i due aeroporti. Se il lancio dell’OPA (offerta pubblica di acquisto) era necessaria per Firenze non lo era per Pisa. Noi chiediamo che i soci pubblici non vendano e su questo siamo pronti a tutto, non pensino che stiamo fermi”- continuando la sua analisi Eligi “con l’arrivo di Corporation America l’atteggiamento della Regione è radicalmente cambiato e questo è inaccettabile. Ora è necessaria una correzione di tiro e l’unica garanzia possibile è che la Regione, in testa, guidi un processo e sia fatto un piano chiaro per gli aeroporti di Pisa e Firenze”- concludendo Eligi afferma “questa operazione fiorentino-centrica fa danno al paese, per lo spreco di risorse pubbliche e danno alla nostra città, minando fortemente l’economia della città di Pisa e una società, come la SAT che ha i conti in ordine e in questi anni ha operato al meglio”.

La delibera per la vendita di SAT di appartenenza della Regione sarà discussa al prossimo Consiglio Regionale e, se nella Giunta Regionale i socialisti non ci sono, sono invece presenti in Consiglio e il gruppo pisano dei socialisti si appella ai loro compagni di partito fiorentini perché sia fatta una correzione di tiro e siano mantenuti i progetti previsti dal piano strategico per gli aeroporti toscani. Dalle riflessioni sul modo in cui si è sviluppata la vicenda i socialisti pisani non nascondono una certa amarezza e una critica aspra alla posizione del loro compagno di partito Riccardo Nencini, il quale ha supportato il progetto di allungamento della pista di volo di Peretola per far aumentare di importanza lo scalo fiorentino.

Oggi pomeriggio è convocato il Consiglio Comunale e al centro dell’agenda ci sono le misure da prendere in merito a questa vicenda e alle strategie e soluzioni per difendere la posizione pisana.

You may also like

By