Noa illumina il Natale a San Miniato nella Chiesa di San Domenico

SAN MINIATO – La voce di Noa diffonde gioia e voglia di vivere. Il suo canto mescola armoniosamente jazz, rock
americano e suggestioni mediorientali, superando tutte le frontiere culturali.

La sua interpretazione di “Beautiful That Way” di Nicola Piovani, tema principale della colonna sonora del film premio Oscar di Roberto Benigni La vita è bella l’ha resa celebre in tutto il mondo. È stata la prima ebrea a cantare in Vaticano già venti anni fa, l’ultima esibizione del 2017 per Papa Francesco è rimasta memorabile grazie alla sua interpretazione di un’Ave Maria che ha commosso il mondo. Noa canta
in sei lingue e ha portato la sua musica anche alla Casa Bianca e a Carnegie Hall. Achinoam Nini (Noa per tutti) è una stella acclamata della world music.

“I miei genitori, israeliani di nascita e
yemeniti di origine, si sono trasferiti negli Stati Uniti – racconta – quando avevo un anno. Ho vissuto fino a 17 anni a New York, dove ho studiato e fatto le prime esperienze artistiche. Una crisi di
identità e il richiamo della mia terra, un giorno, mi hanno spinto a tornare in Israele. Lì ho proseguito gli studi e, in una scuola di jazz e musica classica di Tel Aviv, la Rimon School, ho completato la mia formazione, avviata alla High School di New York. Vivo poco lontano da Tel Aviv e non andrei mai a stare altrove. ”
La Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato, anche quest’anno, rinnova il suo appuntamento con il tradizionale concerto nella Chiesa di San Domenico in programma per il 20 dicembre, alle 21, in collaborazione con il Gruppo Bancario Crédit Agricole Italia.
Il Prof. Gianfranco Rossi, Presidente della Fondazione, sottolinea come il concerto rappresenti l’occasione per condividere con la comunità la gioia per il Natale che si avvicina e aggiunge: “Siamo oltremodo lieti di avere a San Miniato questa grande artista non solamente per la grande sensibilità interpretativa che tutti conosciamo, ma anche per la sua particolare attenzione ai temi della pace, della difesa delle popolazioni che subiscono il peso della guerra e del dialogo interculturale e
interreligioso”.  “Siamo particolarmente contenti di partecipare a questa iniziativa perché sottolinea il valore della preziosa collaborazione con la Fondazione CRSM, sempre con un’attenzione particolare al territorio e alla ricaduta sociale dei nostri interventiha aggiunto Massimo Cerbai, Responsabile della Direzione Regionale Toscana di Crédit Agricole Italia.

Nel concerto di San Miniato, Noa sarà accompagnata dal chitarrista Gil Dor, anche lui nato in Israele, compositore e arrangiatore, co-fondatore e direttore accademico della Scuola Rimon di Jazz e
Musica Contemporanea. Si tratta di una collaborazione artistica fondamentale per Noa che, proprio grazie al sodalizio artistico con Gil Dor, ha messo a frutto le capacità e la fantasia compositiva che
uno spiccato talento musicale ha profuso in lei. Il duo ha affascinato e incantato il pubblico di tutto il mondo con uno stile unico, passionale ed intelligente. Noa è molto amata e seguita in Italia, paese che gli ha tributato importanti riconoscimenti artistici quali il Premio della Critica “Mia Martini” al Festival di Sanremo 2006 e il Premio Tenco sempre nel 2006. Il suo infaticabile e coraggioso impegno per la pace, le è valso una lunga lista di riconoscimenti tra cui “Ambasciatrice di buona volontà della FAO”, “Cavaliere della Repubblica Italiana” il “Christal Award” dal WWF, il
“Dove of Peace” ricevuto da Shimobn Peres. Fino alla recente onorificenza di Commendatore della Repubblica Italiana consegnata dal Presidente Mattarella ad agosto 2018 . Pur essendo l’evento gratuito, si impone anche quest’anno l’ingresso su prenotazione – in modo
da consentire uno svolgimento e una partecipazione al concerto ordinati e controllati. L’evento è organizzato dall’Associazione Community News.

Coloro che vorranno assistere al concerto dovranno inviare una mail al seguente indirizzo info@communitylive.it oppure telefonare al n. 339 6924885 dalle 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 19.

By