Non si ferma il piano delle asfaltature estive. Interventi in tutti i quartieri cittadini

PISA – Non conosce sosta il piano delle asfaltature nei quartieri della città.

Dopo gli interventi massicci sul litorale, che hanno visto rimesse a nuovo 23 strade tra Marina e Tirrenia oltre alla Bigattiera, e un primo lotto di lavori nel quartiere di San Marco-San Giusto con il rifacimento di via Montanelli e via Cerboni, nel mese di giugno è stata la volta di via Livornese a Porta a Mare, nel tratto compreso tra via Aurelia sud e lo spartitraffico al nuovo cavalcavia Incile (con il rifacimento della segnaletica in notturna), viale Giovanni Pisano a Porta a Lucca, nel tratto tra via Fratelli Rosselli e via Damiano Chiesa, via di Gagno, che è stata completamente asfaltata e sistemato il marciapiede sul lato destro oltre al rispristino della segnaletica in notturna, via Andrea Pisano, per spostarsi nel quartiere Barbaricina, a cui sono seguite via Due Arni e via Tesio nel quartiere Cep. Nei prossimi giorni proseguiranno le asfaltature nelle strade interne al Cep.

Ma il piano delle asfaltature prosegue con interventi che si allargano in tutti i quartieri. Nel mese di luglio verranno riasfaltate via Cattaneo e via Fiorentina nel quartiere di Porta Fiorentina, mentre sempre entro l’estate va a gara un secondo lotto di interventi per un importo di 900mila euro che riguarda i quartieri a nord della città, tra cui Pisanova, San Michele, Porta a Piagge e Cisanello. Per finire, sempre entro l’estate, verranno affidati i lavori di asfaltatura delle strade in zona via Battelli a Don Bosco e in centro storico.

“In totale – spiega il SindacoMichele Conti – saranno 144mila i metri quadri di asfaltature nuove realizzate da giugno 2018 fino alla fine del 2019. Abbiamo destinato 4 milioni di euro al global service di Pisamo per la manutenzione della strade nel 2019, mettendo in piedi un piano delle asfaltature che sta investendo tutti i quartieri, partendo dalle strade più ammalorate e segnalate dai cittadini. Il lavoro da fare è tanto, perché per anni è mancato a Pisa un serio investimento in opere di manutenzione e asfaltature che ha creato danni in città e grandi disagi ai cittadini. Per fare un esempio, sul litorale abbiamo rifatto delle strade che erano 40 anni che non venivano asfaltate. Le asfaltature, spesso realizzate per tratti di strada in modo da risolvere le situazioni più urgenti, sono solo un primo passo, poi continueremo a lavorare su marciapiedi, fognature e manutenzione degli arredi urbani.”

“A questo proposito, basti pensare – aggiunge l’assessore ai lavori pubblici Raffele Latrofa – che a fronte del nostro investimento di4 milioni di euro per un totale di 144mila metri quadrati di asfalti, l’amministrazione precedente, negli ultimi sei mesi del 2017 e nei primi sei del 2018, ha investito nel global service circa 750 mila euro, per un totale di metri quadrati asfaltati pari a soli 17mila, 25 strade, che corrispondono soltanto alla parte del litorale da noi già realizzata in pochi mesi. Circa un decimo delle asfaltature che in un anno stiamo facendo noi.”

“I numeri parlano da soli – conclude l’assessore Latrofa – ma non ci accontentiamo di questo: quello che più ci fa piacere è ricevere tantissimi ringraziamenti da parte dei cittadini, insieme alle segnalazioni che continuiamo a raccogliere e che ci aiuteranno gradualmente a restituire decoro a tutti i quartieri della città. Concludo sottolineando che, come stabilito nel programma di mandato, dopo anni di grandi opere spesso inutili, la nostra Amministrazione sta procedendo con l’opera più importante, che mancava da anni nella nostra città, il grande piano delle manutenzioni.”

By