Il notaio Angelo Caccetta: “Sono amareggiato per come si è svolta la trattativa”

PISA – Il Notaio Angelo Caccetta è intervenuto all’interno dello “Speciale Ac Pisa” in onda su Granducato TV sulla situazione in casa Pisa.

“Abbiamo fatto una iniziativa dettata dal cuore, io, insieme all’Avv. Gustinucci ed altri, in quanto, fra le due parti non si stava muovendo nulla. Da una parte Dana, dall’altra il Fondo, per vedere cosa si poteva fare per raggiungere un punto di incontro. Io e Gustinucci ci siamo recati a Grosseto con una proposta che avrebbe previsto un modello contrattuale con riserva di proprietà, così la parte acquirente avrebbe preso subito possesso della gestione societaria. Dall’altra parte c’era il nodo del pagamento, 1450 subito e altrettanti alla fine del controllo dei conti che doveva avvenire il 30 settembre prossimo. Sono amareggiato, forse si poteva fare prima, le parti però si stanno parlando, ora c’è una lettera che l’Avv. Giardino del Fondo ha inviato a Britaly post. Io ho fiducia, vediamo se ce la faremo. Dico solo che le proposte di acquisto sono divergenti: quella del Fondo in lingua inglese, non prevede un pagamento immediato, la presa in gestione della società ed il pagamento dopo il controllo contabile, mentre da parte Britaly si parla di una trance subito, ed un’altra in un secondo acconto. Purtroppo c’è anche il fatto che il Fondo di Investimento ha due consulenti locali, Giardino, che ha uno studio a Livorno, e Pedroni e ciò che fanno deve passare dal fondo ed è un percorso di lungo e tortuoso, loro parlano solo in inglese”. Caccetta inoltre ha fatto presente a Petroni Junior la situazione ambientale creatasi in città, ma la risposta è stata che Britaly Post è pronta a gestire la società”.

Maurizio Ficeli

La foto è di Roberto Cappello

By