Novità e progressi per l’unione Valdera

Valdera – In seguito all’assemblea pubblica di Potere al Popolo Valdera: dopo i report circa l’Assemblea nazionale di Napoli fatti da 3 nostri compagni che erano presenti ai lavori all’ex Opg, si è proceduto iniziando a dare una struttura, seguendo le prime indicazioni nazionali, a cui seguiranno necessarie integrazioni, anche in base ai futuri aggiornamenti. All’Assemblea di Napoli si è parlato anche di un prossimo tesseramento che darà diritto a poter votare alle future assemblee, che resteranno comunque pubbliche, sovrane per le decisioni e aperte a tutti. La tessera darà poi diritto a candidarsi come delegati a rappresentare il territorio, i delegati dei territori formeranno un direttivo locale, alcuni tra di loro potranno andare al direttivo regionale e da questo una rappresentanza sarà scelta per il nazionale.Struttura volutamente semplice per velocizzare i processi decisionali ma che garantisce libero accesso alla partecipazione, alle scelte e alla rappresentanza, e sempre sottoposto al giudizio sovrano delle assemblee. Strumenti informatici potranno in qualche maniera affiancare, aiutare i vari processi e la partecipazione, ma non sostituire le assemblee pubbliche. Per gli aderenti ad altri partiti della sinistra sarà possibile avere una doppia tessera, ma per avere incarichi in Potere al Popolo non si dovranno avere ruoli di responsabilità in altri organismi altrove. In PaP Valdera abbiamo evidenziato tematiche importanti su cui creare gruppi di lavoro, il cui responsabile deve essere comunque un delegato. Sono stati scelti settori strategici come lavoro, ambiente, mutualismo, scuola, immigrazione. A questi sono stati affiancati altri gruppi di lavoro ritenuti fondamentali per il funzionamento della struttura: autofinanziamento, rappresentanza, comunicazione, sempre con un delegato responsabile. L’assemblea in qualsiasi momento, come ha nominato delegati e gruppi, potra’ revocare le nomine e affidarle a altri in caso venisse meno la fiducia sull’operato o ritenesse più idoneo fare dei cambiamenti, come anche proporre e approvare integrazioni. La struttura col tempo e con le future indicazioni che verranno da Napoli potrà subire variazioni. Anche i gruppi dovranno essere integrati, e ad ora ancora mancano alcuni delegati che usciranno dalle prossime assemblee.

L’assemblea del Botteghino ha nominato Carlo Ghelli delegato del gruppo Rappresentanza e portavoce. Maurizio Rovini delegato e responsabile del gruppo Ambiente. Alessandro Rossi delegato e responsabile del gruppo Mutualismo, coadiuvato da Henry Ribechini. Filippo Forte delegato e responsabile del gruppo immigrazione. Sergio Capecchi, delegato e responsabile del gruppo Autofinanziamento, coadiuvato da Alice De Simone. Al gruppo comunicazione Stefano Liberati delegato, coadiuvato da Federico Mazzantini, Antonio Spinelli, e altri compagni. Dall’assemblea è emersa inoltre la necessità di iniziare presto con iniziative concrete sul territorio, di aiuto, di sostegno, di servizio alla popolazione, di partecipazione a rivendicazioni e lotte, di proposte e adesioni a cause e campagne locali e nazionali, come quella della raccolta firme per abolire l’obbligo del pareggio di bilancio dalla Costituzione, in nome della concretezza dei fatti che insieme alla solidarieta’ deve caratterizzare PaP. Altra’ necessità emersa, la ricerca di un luogo comune come punto di ritrovo, di aggregazione, di riferimento da fornire a chi vorrà avvicinarsi o abbia bisogno, come da indicazioni nazionali.

Loading Facebook Comments ...
By