Nuova ordinanza anti-covid, chiusura dei minimarket e divieto di vendita di alcolici in zona Corso Italia

PISA – E’ entrato in vigore da sabato 20 febbraio la nuova ordinanza sindacale che introduce provvedimenti temporanei per prevenire e contenere la diffusione del Covid-19. L’atto firmato dal Sindaco di Pisa Michele Conti prevede la chiusura dei minimarket alle ore 18 dei giorni di venerdì, sabato e domenica nelle zone A e B previste dal Regolamento per le attività economiche del settore alimentare, ovvero tutta la zona Stazione e ampia parte del centro storico, a cui si aggiungono ora anche le aree adiacenti a piazza Guerrazzi e via Cattaneo.

L’atto prevede anche la cessazione dell’attività di vendita di bevande alcoliche negli stessi minimarket (zone A, B e Guerrazzi – Cattaneo) e nei supermercati ed esercizi commerciali della zona di Corso Italia, nello specifico la Pam di via Pascoli, la Conad di via del Cottolengo, la Carrefour Express di via San Martino, a partire dalle ore 16 di tutti i giorni della settimana.

L’ordinanza rimarrà in vigore, salvo proroghe, fino a quando la Regione Toscana rimarrà compresa nella “zona arancione”, secondo quanto stabilito dalle ordinanze del Ministero della Salute. Rispetto alle precedenti ordinanze, l’atto che entra in vigore oggi include anche la domenica tra i giorni di chiusura dei minimarket, estende l’attuazione anche alla zona Guerrazzi-Cattaneo e include tra i supermercati anche Carrefour Express di via San Martino.

Dato che i dati diffusi dall’Azienda USL Toscana Nord ovest – spiega l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno – indicano un aumento giornaliero dei casi di Covid-19 e visto l’incremento dell’indice di contagiosità del virus tra la popolazione regionale, che ha collocato la Toscana in “zona arancione”, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto necessario emanare una nuova ordinanza che limiti le situazioni pericolose di assembramenti e bivacchi, spesso verificati fuori da minimarket e supermercati che vendono alcolici a basso prezzo. Nonostante i continui appelli al senso di responsabilità, i cittadini residenti nelle zone del centro storico e soprattutto della zona di via Pascoli-Cottolengo, ci hanno più volte segnalato episodi di assembramenti di persone in stato di alterazione alcolica, che non indossano mascherine, non rispettano le distanze e provocano spesso liti, scontri ed episodi di violenza che costituiscono un reale motivo di pericolo per i passanti, soprattutto vista la situazione di emergenza sanitaria che impone il rispetto dei dispositivi di sicurezza. Oltre all’emanazione dell’ordinanza, nel fine settimana la Polizia Municipale rafforzerà i controlli in tutto il centro storico per verificare che siano rispettate le misure di prevenzione e per richiamare tutti i cittadini al massimo senso di responsabilità.

L’ordinanza prevede che i trasgressori siano sanzionati con la sanzione amministrativa del pagamento da 400 a 3 mila euro; in caso di reiterata violazione della medesima disposizione, la sanzione amministrativa pecuniaria è raddoppiata da 800 a 6 mila euro; trattandosi di attività di impresa, si applica anche la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni.

By