Nuove case popolari a S.Ermete: entro maggio 2018 le prime consegne

PISA – La Giunta Regionale ha deliberato nel mese di luglio la rimodulazione riguardo tempi e soldi del progetto Sant’Ermete che prevede l’abbattimento delle vecchie case popolari e la realizzazione al loro posto di quelle nuove.

Intanto la Regione autorizza Apes a spendere 3,3 milioni di euro per avviare le procedure relative alla costruzione del primo edificio con 39 alloggi e servizi. Nel frattempo è in corso la demolizione dei 4 fabbricati che sarà, come preventivato, realizzata entro il mese di settembre

E’ iniziata invece la progettazione esecutiva realizzata interamente da Apes, come vuole il nuovo Codice degli appalti. Il progetto esecutivo, una volta ultimato, sarà esaminato e giudicato da un “organismo terzo esterno” entro dicembre 2016. A quel momento (gennaio 2017)si potrà indire la gara per l’affidamento dei lavori. Una gara che si baserà sull’offerta vantaggiosa economicamente vantaggiosa.

Dall’aggiudicazione dei lavori devono trascorrere per legge 35 giorni prima di sottoscrivere il contratto con la ditta vincitrice. La previsione di inizio lavori è per la fine d’aprile mentre il termine con relative assegnazioni sarà maggio 2018.

Non solo, la Regione Toscana garantisce un mutuo che permetterà di iniziare a lavorare per gli altri edifici da gennaio 2017. Mentre avanzano i lavori, le case che si libereranno a Sant’Ermete, se idonee, saranno utilizzate per l’emergenza casa. Comunque il Pronto Intervento di Apes penserà agli interventi urgenti e indifferibili. Sempre per Sant’Ermete il Comune ha inserito la messa in sicurezza per bici e pedoni sul cavalcavia nel bando nazionale a cui Pisa partecipa.

“La nuova Sant’Ermete si farà – dice l’assessore Ylenia Zambito – la Regione ha sbloccato i finanziamenti, mentre noi proseguiamo con gli abbattimenti. Pensiamo anche all’emergenza casa nelle case che si libereranno”.

By