Oltre 1.400 partenti per la Pisa Half Marathon. Tutti i vincitori. Le Foto

PISA – Ancora un vasto successo, di partecipanti e di pubblico, per la tredicesima edizione della “PISA HALF MARATHON” che si è svolta domenica 13 ottobre per le strade cittadine, con partenza in via Contessa Matilde davanti all’Istituto Tecnico Industriale e consueto, classico arrivo nello splendido scenario di Piazza dei Miracoli. 

di Giovanni Manenti

Una manifestazione a cui è stata altresì abbinata una prova sui 10km. – sia competitiva che per amatori – a completamento di una giornata dedicata alla corsa, ma anche alla sensibilizzazione al tema della Donazione, tanto caro al Prof. Ugo Boggi, promotore ed organizzatore di un evento che, avendo anche il patrocinio dell’Università di Pisa, è quest’anno coinciso con il 50.mo anniversario dell’istituzione presso la nostra città della Facoltà di Informatica, prima a livello nazionale, il cui logo è stato riportato sulle medaglie consegnate a tutti coloro (ben 1.800 per la 10km. tra le due categorie ed altri 1.400 per la Mezza Maratona) che vi hanno preso parte, i quali all’arrivo hanno avuto parole di elogio per l’organizzazione, la bellezza del percorso e l’incitamento ricevuto al loro passaggio dal pubblico presente.
Sotto l’aspetto prettamente agonistico, le due distinte prove hanno rispecchiato i pronostici della vigilia, con la gara sui 10km. a vedere, in campo maschile, il trionfo dell’azzurro Stefano LA ROSA, del Gruppo Sportivo Carabinieri, che ha concluso la propria fatica in 30’30” (a 2′ esatti dal suo personale di 28’30” stabilito nel 2008), a cui peraltro ha dato filo da torcere il 28enne Salvatore FRANZESE (Atl. Reggio Asd), che giunto secondo con il tempo di 30’50” ha viceversa stabilito il proprio limite personale, mentre ottimo terzo, a completare il podio, si è classificato Alessandro CALZOLARI in 32’50”.
Nel settore femminile, a primeggiare è stata la 43enne (compiuti da un mese …) Lorena MERONI dell’Atl. Castello, giunta al traguardo in 39’10” – sua seconda miglior prestazione assoluta dopo il 37’36” ottenuto a Viareggio l’11 luglio 2015 – per precedere Monnalisa GRANAI, staccata di soli 12″, mentre il terzo posto se lo aggiudica Erica TOGNERI (G.P. Parco Alpi Apuane) appena sotto i 40′, 39’57” per la precisione.
Se la gara sui 10 chilometri ha parlato italiano, non altrettanto, come del resto prevedibile, si è verificato nella Mezza Maratona, dove i più accreditati atleti africani l’hanno fatta da padroni, a cominciare dalla Prova Maschile che ha visto il favorito 36enne Jean Baptiste SIMUKEKA, atleta del Ruanda tesserato per il G.S. Orecchiella Garfagnana, impiegare il tempo di 1.05’23” – peraltro ben lontano dal suo personale di 1.02’24” stabilito a Cremona il 16 ottobre 2011 – per completare il percorso, fiaccando la resistenza del keniano Kiplagat Gideon KURGAT che aveva inizialmente provato a tenerne il passo, giunto secondo in 1.06’04”, anch’egli lontano dal 1.04’06” con cui aveva corso la Mezza.Maratona il 2 aprile 2018 a Prato, nel mentre l’onore italiano è salvato dal 29enne Giovanni GRANO (Nuova Atletica Isernia) che evita il monopolio del podio da parte dei mezzofondisti degli altipiani, precedendo in 1.06’55” (sua settima prestazione di sempre …) l’altro keniano Bosire Dennis KIYAKA, quarto in 1.07’07”, mentre quinto si classifica l’altro italiano Francesco PERRI, che ha corso sui suoi limiti (1.11’11”), appena 1′ esatto sopra il personale.
Situazione identica per la prova femminile, dove la superiorità delle due rappresentanti del Continente Nero è stata schiacciante, specie da parte della vincitrice, la 22enne rappresentante del Burundi Cavaline NAHIMANA, alla quale – forte di un miglior risultato in carriera di 1.12’40” stabilito proprio quest’anno a Padova a fine aprile – sono bastati (si fa per dire …) 1.15’06” per fare il vuoto alle sue spalle, con la piazza d’onore appannaggio della ruandese Primitive NIYIRORA, anch’essa tesserata per il G.S: Orecchiella Garfagnana, che ha impiegato 1.18’34” per completare la propria gara (peggiorando il tempo di 1.17’20” con cui aveva concluso la gara la scorsa edizione …), con anche in questo caso un’atleta italiana a completare il podio, ovvero la 37enne Chiara GIACHI, capace di correre in 1.24’22”, tempo che si inserisce tra la sua terza (1.24’16”) e quarta (1.25’51″9 miglior prestazione di ogni epoca, curiosamente anch’esse ottenute a Pisa, nel 2018 e 2018 rispettivamente.
Alla fine, medaglie per tutti e premiazioni per i migliori da parte delle autorità presenti, a partire dal Sindaco di Pisa Michele Conti – che ha anche dato il via alla Mezza Maratona – il Presidente del Consiglio Comunale Alessandro Gennai, al pari del Rettore dell’Università di Pisa, Paolo Mancarella e dal Comandante dei Carabinieri, anche se il vero protagonista di questa giornata non poteva essere che lui, ovvero il Prof. Ugo Boggi, da tutti ringraziato per l’impegno ed il sacrificio che pone nell’organizzazione dell’evento.
By