Oltre 20.000 mq di parco attorno alle antiche mura

PISA – Inaugurato sabato un nuovo “Parco a Verde” di circa 20.000 mq intorno alle Antiche Mura, reso possibile attraverso la riqualificazione dello spazio di rispetto esterno e grazie altresì al progetto di restauro della medioevale cinta muraria.

di Giovanni Manenti

imageIl primo a prendere la parola è il Sindaco Marco Filippeschi, il quale non può che ammettere di “essere molto orgoglioso dei risultati di questi lavori ed entusiasta di quanto emerso attorno alle mura. Aver riqualificato 20.000mq. di verde urbano, con la creazione di una pista ciclopedonale già da oggi pienamente funzionante 24 ore su 24, determina un cambiamento radicale della città per quanto attiene alla mobilità e non può che renderla più apprezzabile agli occhi anche dei Turisti. Siamo altresì contenti del positivo impatto che queste opere hanno avuto da parte della Cittadinanza, ora non ci resta che proseguire su questa strada per migliorare ancor più altre zone che necessitano di analoghi interventi, ed in questa ottica stiamo già lavorando ad un “Progetto ad hoc” che speriamo entro il prossimo ottobre 2017 di poter sottoporre all’apposita Commissione dell’Unione Europea per ottenere i contributi per iniziative di tale portata”.

imageIl Vice Sindaco Paolo Ghezzi, da parte sua, ha sottolineato come “queste opere rappresentino un segnale importante di cambiamento della Città, ed in questa direzione sono stati effettuati i relativi investimenti, dando loro priorità rispetto ad altre esigenze, poiché gli stessi hanno interessato un perimetro importante costituito dalla cinta muraria esterna. Ma noi non ci fermiamo” – ha proseguito Ghezzi – “a breve potremo inaugurare una nuova “Area a Verde” di circa un ettaro, il cosiddetto “Parco di via delle Concette”, realizzato internamente alle mura in prossimità del Complesso di San Silvestro, nel mentre mi auguro che vi sia una omogeneità nella qualità della manutenzione – per la quale, da parte nostra, possiamo garantire uno Standard elevato – da condividere con altre zone appartenenti ad altri Proprietari”.

Più nel tecnico e corredato da cifre l’intervento dell’Assessore al Bilancio ed ai Lavori Pubblici, Andrea Serfogli, che non manca peraltro di evidenziare “come sia un giorno importante per la Città, andando ad inaugurare un progetto che parte da lontano e nel quale si inquadra anche il recupero di un bene, quale la Torre Piezometrica, di basilare importanza quale uno dei punti di accesso al camminamento in quota. Il percorso a terra, costituito dalla pista ciclopedonale deve essere valorizzato il più possibile, sia dal punto di vista turistico che come mobilità alternativa. L’illuminazione con Lampade a LED da noi scelta, oltre a costituire un consistente risparmio rispetto ai sistemi tradizionali, garantisce anche effetti scenografici notturni di particolare bellezza nel far risaltare il valore della cinta muraria, avendo altresì inserito ben 16 telecamere di video sorveglianza a tutela della sicurezza dei cittadini. E’ un progetto che è costato 2,630 milioni di €uro quanto ad opere realizzate ed 1,547 milioni di €uro per acquisizione delle aree attraverso accordi bonari con gli ex proprietari che non sono sfociati in alcun Contenzioso, a dimostrazione vieppiù della partecipazione della città intera a questa opera di riqualificazione”.

imageE’ stato infine confermato come, in occasione dell’Evento “Musei Aperti”, ogni primo weekend del mese, a partire pertanto da sabato 5 e domenica 6 novembre prossimi (le successive date sono già calendarizzate nei giorni 3 e 4 dicembre e 7 ed 8 gennaio 2017), saranno organizzate delle aperture straordinarie gratuite per il camminamento in quota, dalle ore 10 alle 17, potendo sfruttare gli attuali quattro punti di salita, costituiti oltre che dalla citata Torre Piezometrica, dalla Torre Santa Maria, dall’accesso da Piazza delle Gondole e dalla nuova salita in legno di Piazzetta del Rosso, tutte dotate di ascensori che le rendono accessibili anche per le persone disabili.

L’unico “punto dolens” in un quadro complessivo altamente positivo è costituito proprio dal fatto di non essere ancora riusciti ad individuare un gestore per l’apertura a livello continuativo della camminatura in quota, dato che la prima gara non ha visto la presentazione di alcuna offerta, con ciò comportando la revisione del piano economico-finanziario per poter addivenire ad emettere quanto prima un ulteriore bando di gara.

By