Oltre 200 partecipanti ieri sul Ponte di Mezzo al flash mob contro la violenza delle donne

PISA – Circa 200 persone unite da un lungo drappo rosso hanno celebrato questo pomeriggio con un flash mob, in pieno centro a Pisa, sul Ponte di Mezzo, la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

Molte donne in piazza, ma anche tanti uomini a scandire slogan e a testimoniare l’impegno, come ha spiegato Giovanna Zitiello, coordinatrice della Casa della donna di Pisa, ”per un piano d’azione nazionale”.

Varia l’età dei partecipanti al flash mob: ragazzine, studenti e studentesse universitari, impiegati, operai e pensionati. Tutti insieme legati da una lunga fascia rossa con le due estremità nelle altrettante piazze, di qua e al di là del ponte sull’Arno. Con loro l’assessore comunale alle pari opportunità. Marilù Chiofalo, per dire ”basta alla violenza sulle donne” e per ascoltare e ricordare i nomi di tutte le vittime di femminicidio del 2013.

”Purtroppo – ha concluso Zitiello – non è ancora stato istituito un osservatorio nazionale e quindi le cifre sono solo ufficiose e i nomi e le storie raccolti attraverso le rassegne stampa. Ma la consapevolezza, almeno quella, è aumentata. C’è una grande partecipazione e anche gli uomini si sono schierati e partecipano sempre di più a queste iniziative. In Toscana il numero di donne che si rivolge ai centri antiviolenza ha fatto registrare una crescita tra il 20 e il 30%”.

Fonte: ANSA

20131126-085003.jpg

By