Oltre 50 laboratori aperti al Cnr di San Cataldo per Bright2016-La notte dei ricercatori

PISA – Il 30 settembre ritorna nell’Area della Ricerca del Cnr di Pisa, l’appuntamento con “Bright – La Notte dei Ricercatori in Toscana”. Per questa edizione, il Cnr pisano ha previsto un ricco ventaglio di iniziative che prevedono 56 laboratori (anche per bambini) divisi in 5 diverse aree tematiche: Nuove tecnologie, Patrimonio Culturale, Sviluppo Sostenibile, Salute e Benessere e Natura.

Inoltre sono previsti cinque spettacoli musicali: nell’arco di un pomeriggio si alterneranno sul palco dell’Auditorium del Cnr un trio di archi, 1 coro e 3 rock band. La serata si concluderà alle 21.45 con lo spettacolo teatrale in vernacolo pisano della “Brigata dei dottori” . Bright 2016 coinvolge oltre 90 ricercatori del Cnr che avranno il compito di illustrare ai visitatori il loro lavoro di ricerca che si traduce ed è palpabile nella vita sociale e quotidiana.

Durante “la Notte dei Ricercatori”, l’Area della Ricerca del Cnr di Pisa organizzerà “Un’Amatriciana per Amatrice”, una spaghettata di solidarietà a offerta libera a favore delle popolazioni colpite dal sisma dello scorso agosto. I fondi verranno raccolti, per conto del Cnr di Pisa, dalle amministrazioni comunali dei comuni dell’area pisana (Calci, Cascina, Pisa, San Giuliano Terme, Vecchiano e Vicopisano) e dai presidi locali delle Pubbliche Assistenze, della Croce Rossa Italiana, delle Misericordie nonché di altre Associazioni. Il ricavato contribuirà a finanziare un progetto di utilità sociale nel comune di Amatrice (Ri).

L’edizione scorsa di Bright ha visto la presenza nell’Area di San Cataldo di oltre duemila visitatori.

Ecco gli highlights delle attività.

Il cuore stampato in 3D. L’Istituto di Fisiologia Clinica (Ifc-Cnr) organizza una sessione di visita presso il laboratorio dove si potrà prendere visione “in diretta” della stampa 3D di un modello plastico (PLA/ABS) di cuore umano. Il modello CAD proposto è stato generato rielaborando i dati provenienti da una risonanza magnetica. Durante questa attività sarà possibile apprendere i concetti base della stampa e visionare altri modelli utilizzati per la prototipazione di modelli meccanici.

Io ti controllo, tu mi controlli. E’ un evento organizzato dall’Istituto di Neuroscienze (In-Cnr) e dimostrerà come captando un segnale nervoso del cervello umano attraverso dei sensori si possa arrivare a muovere con il solo pensiero un arto di un’altra persona. In questa dimostrazione viene fatto vedere come rispondono i neuroni quando muoviamo un muscolo, ma anche che se “si inietta” quel segnale in un’altra persona, qualcosa di magico succede.

Sulle tracce dei tartufi: olfatto, vista e…DNA. L’ ‘Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria (Ibba-Cnr) mette a disposizione microscopi e computer che mostreranno i diversi metodi di identificazione e caratterizzazione dei tartufi, che vanno dalla tradizionale analisi microscopica, basata sul riconoscimento di caratteri morfologici del corpo fruttifero con valore tassonomico, alle analisi molecolari di singoli geni o di sequenze di DNA ripetitivo, e alla valutazione degli aromi emessi dal carpoforo.

SmartEyes: occhi intelligenti che guardano e riconoscono automaticamente.L’Istituto di Scienza e tecnologie dell’informazione (Isti-Cnr) farà la dimostrazione di varie applicazioni del riconoscimento visuale automatico. Le demo includeranno dei prototipi per il riconoscimento di oggetti, analisi visuale dell’occupazione dei parcheggi, riconoscimento facciale, riconoscimento del comportamento delle persone, e per la parte ludica una caccia al tesoro visuale giocando usando il proprio smartphone. L’Isti-Cnr, insieme all’Istituto di Informatica e Telematica (Iit-Cnr), presenteranno anche alcune delle tecnologie realizzate per il progetto Smart Area.

Ludoteca, internetopoli e giochi per nativi digitali. Il Registro .it con la sua Ludoteca organizzano diversi giochi per i nativi digitali per una navigazione sicura nel web. Si inizia con “Internetopoli, The game”: gioco “da pavimento”, a squadre, sul modello del gioco dell’oca, dedicato alla Rete, alle sue opportunità e all’utilizzo consapevole e sicuro. Si prosegue poi con “Cruciverba”: un maxi cruciverba con definizioni dedicate a Internet. Il gioco si svolgerà in gruppo, con due squadre contrapposte (vince chi risponderà a più definizioni entro il tempo massimo di gioco). La Ludoteca

Sarà possibile, arrivare all’Area della Ricerca con una navetta gratuita messa a disposizione per la “Notte dei Ricercatori” che collegherà l’Area di San Cataldo con il Centro cittadino: l’idea è quella di creare “una metropolitana” che colleghi fisicamente tutte le istituzioni del sapere della città.

By