On. Claudio Morganti: “Ue chieda moratoria per blocco pignoramenti case come in Spagna”

PISA – L’eurodeputato Claudio Morganti  interroga la Commissione Ue per un possibile blocco dei pignoramenti delle prime abitazioni in determinate condizioni.

«Un accordo con gli istituti di credito della Ue che preveda, in presenza di condizioni particolarmente sfavorevoli, un blocco dei pignoramenti bancari delle abitazioni, sul modello di quanto già proposto in Spagna». Questa, secondo Claudio Morganti, eurodeputato indipendente dell’Eld, potrebbe essere una soluzione per fronteggiare la pericolosa emergenza abitativa e sociale di cui sono vittime diversi Paesi europei, tra cui l’Italia.

L’On Claudio Morganti

«Sempre più spesso – dichiara Morganti – molti cittadini onesti si vedono pignorare le loro prime abitazioni dalle banche in quanto, per colpa della crisi, non riescono a rispettare le scadenze pattuite per il pagamento dei loro mutui. Le banche – sottolinea l’eurodeputato – intervengono senza alcuno scrupolo, nella confisca del bene, nonostante la responsabilità principale sia, ancor prima che dei singoli cittadini, di una crisi globale di fronte alla quale i nostri lavoratori sono stati lasciati soli, in primis dalla stessa Europa.

Dal momento che – prosegue –, questa grave piaga sociale affligge molti Stati membri, ho chiesto alla Commissione se non ritiene opportuno intervenire con una misura analoga a quella attuata in Spagna, dove nei mesi scorsi l’associazione che riunisce le maggiori banche del Paese iberico ha proposto una sorta di moratoria che prevede, in determinate condizioni, un blocco dei pignoramenti bancari per i prossimi due anni. Trovo ingiusto – termina Morganti – che alla fine siano i cittadini comuni a pagare per la crisi. Se l’Europa vuole recuperare consenso e credibilità, in mezzo alla sua gente, farebbe bene a partire proprio dai problemi più gravi causati dalle proprie politiche di austerità, prima che il nostro popolo finisca in mezzo ad una strada».

By