Operazione Tequila. La Polizia Municipale chiude tre minimarket del centro storico

PISA – Prosegue e si intensifica l’azione di controllo per il rispetto delle norme sulla vendita di bevande alcoliche nelle ore notturne e a minorenni. In sinergia con la Prefettura di Pisa e su impulso dell’Amministrazione Comunale, sono aumentati i controlli e l’attività sanzionatoria nei confronti dei minimarket che non rispettano le norme previste in materia dalle leggi nazionali e dall’ordinanza comunale antialcol.

Tre minimarket del centro storico nei giorni scorsi sono stati chiusi per 30 giorni per violazioni di norme sulla vendita di alcool, con sanzioni di 6.667 euro ciascuno. L’operazione avvenuta durante il servizio serale, chiamata Operazione Tequila, ha accertato, tramite appostamenti da parte degli agenti in borghese, una reiterata violazione circa la vendita di alcolici, birre ed in particolare di Tequila, oltre l’orario consentito.

Negli ultimi giorni il controllo si è concentrato anche sulla vendita di alcol a minori: due minimarket sui lungarni sono stati sanzionati, uno per la vendita di alcol dopo le 24 e uno per aver venduto alcol nei confronti di minori (con tanto di recidiva). Sono in corso le procedure per la sospensione della licenza ad entrambi da parte della Prefettura di Pisa, oltre alla sanzione di 12 mila euro.

“Come concordato in Prefettura in occasione del Comitato per l’ordine e la sicurezza, si intensificano le operazione di controllo e di chiusura dei minimarket che non rispettano le regole” dichiara l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno. “Il giro di vite si è reso necessario anche a tutela della sicurezza dei minori, dato che queste attività senza scrupolo commercializzano abusivamente alcolici a danno della salute dei ragazzi, sottoponendoli a gravi rischi per la loro salute”

By