“Orto in scuola” per 100 bambini delle scuole elementari

PISA – Celebrata Giovedì 24 maggio, nel caratteristico scenario del Giardino Scotto, la giornata conclusiva del progetto “Orto in Scuola“, una festa per circa 100 bambini delle Scuole elementari della nostra città concretizzatasi con la consegna dei diplomi di giovani ortolani agli alunni, una iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale con la collaborazione di Euroambiente.

di Giovanni Manenti

Lo scopo e la finalità dell’evento sono stati sottolineati dal Vice Sindaco Paolo Ghezzi, che ha dichiarato come si tratti “di un progetto ormai esistente da una decina di anni che promuoviamo nelle Scuole al fine di sviluppare quello che è il contatto con la terra, la conoscenza del ciclo delle stagioni e quindi dei prodotti che nel corso dell’anno si susseguono e che hanno bisogno di attenzione, di cura e di rispetto del lavoro degli altri, così da costituire un progetto educativo sia di tipo ambientale che sociale e che nel corso degli anni ha visto succedersi varie forme di gestione dello stesso, con nell’ultimo biennio vedere il Comune gestirlo in autonomia con la collaborazione di Global Service ed Euroambiente, facendo sì che nel corrente anno scolastico abbiano partecipato all’iniziativa ben 61 classi con oltre 1400 bambini che si sono susseguiti a coltivare l’orto nel giardino scolastico grazie alla collaborazione delle maestre che non solo insegnano come fare a prendersi cura della terra e dei prodotti che ci regala, ma si fanno anche carico di tutta una serie di iniziative collaterali che riguardano il rispetto per l’ambiente e quindi dalla differenziazione al recupero dei materiali e sino anche al compostaggio, che consente poi di garantire un ammendante agricolo che ci permette di avere prodotti migliori”.

“E’ un progetto”, prosegue Ghezzi, “che avrebbe potuto trovare la sua collocazione allorché l’Educazione Civica era inserita come materia di studio alle Scuole Medie, ma in realtà esso nasce sa lontano, non è certo un’improvvisazione, come dimostrato dai numeri che ho appena elencato e che si ottengono solo grazie ad un percorso continuo, anche se non posso negare che ci sia questa peculiarità del rispetto del lavoro che ognuno deve verso il lavoro degli altri, così che si interviene a ciclo rotativo su di un ambiente che è quello che si lavora e che per vedere un frutto che nasce dalla terra richiede un’attenzione particolare, non solo per ciò che si fa, ma anche per ciò che hanno fatto gli altri, e questo ritengo che sia un bell’insegnamento”.

“Al termine di questa mattina”, conclude il Vice Sindaco, “daremo un attestato di “piccolo ortolano” a tutti i bambini che sono presenti – ovviamente lo stesso sarà consegnato a tutti gli oltre 1400 alunni che hanno partecipato all’iniziativa – avendo altresì scelto come scenario il Giardino Scotto che è stato recuperato in questi anni con grande impegno da parte dell’Amministrazione Comunale ed oggi è veramente un luogo in cui tutti possono trovare una propria dimensione, una propria vita di sinergia tra le diverse generazioni quale occasione per stare insieme, come dimostrato anche da questa giornata in cui l’attività dell’orticultura che noi promuoviamo sia dalle Scuole Elementari, ma con gli “Orti sociali” anche per la terza età, possa trovare il proprio intreccio di generazioni all’interno di uno dei luoghi più belli della nostra città”.

Degna conclusione, pertanto, in un gioioso clima di festa per i circa 100 bambini presenti al Giardino Scotto, “piccola rappresentanza” rispetto a tutti i loro coetanei facenti parte dei quattro Istituti comprensivi di Pisa – Tongiorgi, Fibonacci, Galilei e Pisano – che hanno aderito al progetto coinvolgendo ben 17 plessi scolastici, vale a dire Primaria Filzi, Infanzia Ciari, Infanzia Parmeggiani, Infanzia Perodi, Primaria Damiano Chiesa, Primaria Nicola Pisano, Infanzia Betti, Infanzia Rodari, Primaria Parmini, Primaria Gereschi, Primaria De Sanctis, Infanzia De André, Infanzia Haring, Infanzia Puccini, Infanzia Galilei, Infanzia Capitini ed Infanzia Calambrone.

By