Ospedale Cisanello, nella notte surriscaldamento del quadro elettrico. Blocco operatorio all’Edificio 30 C

PISA – Un surriscaldamento del quadro elettrico, dovuto allo scoppio di alcune batterie al piombo, ha provocato, la notte scorsà intorno alle 4, la combustione dell’apparato che gestisce le luci di emergenza e la rete dati del blocco operatorio del primo piano dell’Edificio 30 C a Cisanello (Pisa).

La combustione non ha dato origine a fiamme ma solamente a fumo, immediatamente rilevato dai sensori preposti, che sono scattati automaticamente per segnalare l’allarme, così come previsto dalla procedura anti-incendio. Sono subito accorsi sul posto le guardie giurate, i vigili del fuoco e gli elettricisti e, nel giro di pochi minuti, la combustione è stata spenta con gli estintori.

La Direzione ha già disposto l’attivazione delle operazioni di sanificazione dei locali a cura di una ditta specializzata, per cui l’attività nelle sale operatorie limitrofe al quadro elettrico fuori uso sono state sospese e spostate in altri blocchi operatori, senza alcuna conseguenza dal punto di vista assistenziale tranne la riprogrammazione di un intervento chirurgico.

Fonte: Aoup Pisa

20130904-153536.jpg

By