Ospedale Cisanello, via i parchimetri dal parcheggio H

PISA – Via i parchimetri dal parcheggio H dell’Ospedale di Cisanello, la porzione della grande area di sosta a servizio di pazienti e visitatori più vicina ai padiglioni ospedalieri.

Da ieri mattina la sosta si paga all’uscita e direttamente ad un operatore della Pisamo cui sarà anche affidato il compito di gestire la sbarra d’ingresso e uscita al posteggio.

Per il parcheggio del polo ospedaliero di Cisanello è una piccola rivoluzione, costata circa 70 mila euro interamente a carico di Comune e Pisamo, l’azienda “in-house” per la gestione della mobilità e delle aree di sosta nel territorio comunale. Che, inizialmente, riguarderà i 166 posti auto che si trovano nell’area H, dove, quindi, già da oggi non esisterà più il problema delle corse dalle cliniche all’auto per prolungare la sosta evitando la multa e neppure quello delle richieste insistenti dei tanti posteggiatori abusivi presenti nel parcheggio che, in passato, sono stati all’origine anche di discussioni con i visitatori e pazienti dell’Ospedale e, qualche volta, pure di danneggiamenti alle auto lasciate in sosta.

Al più tardi entro la fine dell’estate, però, lo stesso provvedimento sarà esteso a quasi tutti i parcheggi a pagamento dell’Ospedale. Giusto il tempo per l’Azienda Ospedaliera di completare i lavori di riqualificazione e riorganizzazione dei parcheggi, con la realizzazione di una grande area di sosta a servizio dei circa tre mila dipendenti, e poi la “rivoluzione” entrerà in funzione a pieno regime dato che tutta l’area compresa fra il Cardiotoracico e l’ingresso del Pronto Soccorso sarà divisa fra il parcheggio dei dipendenti ospedalieri e quello sì a pagamento per pazienti e visitatori ma gestito con sbarra d’accesso e tagliando da pagare all’operatore per un totale di 380 posti. Non cambierà nulla, invece, per quanto riguarda le tariffe che rimarranno uguali a quelle attuali: cinquanta centesimi l’ora per le prime due ore, mentre dalla terza ora di sosta la tariffa passa ad un euro anche se per chi ha bisogno di una sosta prolungata c’è la possibilità di pagare tre euro per metà giornata, cinque euro per tutta la giornata e undici euro alla settimanale per chi è ricoverato in day hospital e per coloro che devono assistere gli ammalati.

A regime, dunque, il parchimetro rimarrà solo nel parcheggio L, l’area di sosta a pagamento coperta da pannelli fotovoltaici che si trova di fronte all’edificio della direzione aziendale per un totale di circa 120 posti, mentre il grande parcheggio A da 900 posti, all’altezza dell’incrocio fra la via Trivella e il viale Gronchi, resterà completamente gratuito.

«Gli ospedali, anche quando sono eccellenze assolute come quello di Cisanello, restano per la loro natura luoghi frequentati da persone alle prese con la malattia, propria o di qualche familiare, che quindi hanno il diritto di poter accedere alle strutture sanitarie per visite o incontrare i propri familiari, senza ulteriori fonti di stress e di disagio – ha sottolineato il Sindaco di Pisa Marco Filippeschi durante il sopralluogo di questa mattina -. La sbarra e soprattutto il pagamento effettuato direttamente ad un operatore di Pisamo rappresentano la prima fase di un intervento richiesto da tempo dai cittadini e dai frequentatori dell’Ospedale per ridurre quei disagi e quei problemi, a volte neppure tanto piccoli, di cui chi deve frequentare una struttura sanitaria proprio non avverte la necessità».

Almeno per quel che concerne la presenza dei posteggiatori abusivi, comunque,la situazione nelle ultime settimane è sensibilmente migliorata. «Grazie alla presenza costante di due pattuglie della Polizia Municipale al mattino e altrettante al pomeriggio, a cui vanno aggiunti sei ausiliari al traffico e l’installazione di quattro videocamere – sottolineano l’Assessore comunale alla Mobilità David Gay e il Comandante della Polizia Municipale Massimo Bortoluzzi – presenza e insistenza si sono già notevolmente ridotte dato che si è passati dai circa 120 abusivi di due mesi fa alla trentina al massimo dell’ultimo periodo. Ma è ovvio che un intervento come questo, specie quando saranno completati i lavori di riqualificazione dell’area ospedaliera potrà dare un contributo importantissimo per risolvere il problema».

Intanto si prospetta una soluzione pure per la questione del parcheggio per i lavoratori delle cooperative che operano all’interno della struttura ospedaliera e che non potranno usufruire di quello riservato ai dipendenti: anche per venire incontro alle loro esigenze, infatti, i circa 150 stalli, attualmente a pagamento, di via Martin Lutero saranno resi gratuiti.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Pisa

20130709-012015.jpg

You may also like

By