Nuovo ospedale della Stella Maris nella zona Cisanello a Pisa

 Pisa -La cifra raccolta dallo spettacolo “Il mio Gesù” di Beppe Dati è di 14.500 euro, che saranno stanziati a favore del nuovo ospedale della Stella Maris.

Sorgerà nella zona Cisanello a Pisa, il nuovo ospedale, che sorgerà grazie al contributo dei partecipanti: nell’area compresa tra via Cisanello e via Bargagna e rappresenta un salto nel futuro per consolidare ulteriormente l’attività di ricerca e assistenza ai bambini affetti da disturbi neurologici e psichiatrici. I lavori partiranno a fine 2017 per poi protrarsi per circa tre anni.

Il tradizionale appuntamento di Natale promosso da IRCCS Fondazione Stella Maris con il Lions Club Pisa Certosa è stato infatti totalmente sostenuto dagli sponsor. La consegna dei fondi è avvenuta mercoledì 31 maggio presso l’Istituto Stella Maris di Calambrone alla presenza di  Candida Virgone, Presidente  del Lions Club Certosa, Adriana Galazzo, socia dei Lions, Giuliano Maffei, Presidente di Stella Maris con Roberto Cutajar, Direttore Generale e Giovanni Cioni, Direttore Scientifico del IRCCS.
Tutti hanno indirizzato un ringraziamento speciale a quanti, aziende, cittadini, istituzioni hanno permesso di realizzare questa iniziativa che ha riscosso tanto successo. Un grazie a Toscana Full Service s.r.l Unipersonale, Elettrotecnica Rosi srl, BM Costruzioni, CO.L.SER Servizi S.c.r.l. – Cooperativa lavoratori dei servizi, Banca Val di Nievole, GrAn Light s.r.l, Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato e Confcommercio di Pisa, Fondazione Istituto Dramma Popolare San Miniato.

Il nuovo Ospedale del IRCCS Fondazione Stella Maris sarà innovativo sotto il profilo architettonico per le sue avanzate soluzioni, oltre a riconfermare la vocazione di eccellenza nell’assistenza e nella ricerca dell’Istituto, sarà costruita a misura di bambino e con un elevata qualità dell’accoglienza per la famiglia del piccolo paziente. Un’attenzione speciale che si coglierà in tanti dettagli: dalla piccola SPA wellness per far stare meglio i genitori, all’Agorà multifunzionale, alla sala emozionale, al teatro all’aperto, alla Chiesa Cattolica, luogo speciale scolpito dalla luce. Attenzione di un progetto che farà di Stella Maris un centro sempre più all’avanguardia per la diagnosi, la cura e la ricerca di gravi e complesse malattie della mente e del cervello come il ritardo mentale, l’autismo, le paralisi cerebrali, l’epilessia, i disturbi alimentari – solo per citarne alcuni -, avvalendosi di laboratori e di metodiche diagnostiche avanzatissimi (neuroimmagini, neurogenetica e meccatronica).

By