Pablo Dana: “Siamo stati frutto di una sceneggiata da parte di Britaly per fare i loro interessi”

PISA – A confermare le parole del Sindaco Filippeschi interviene telefonicamente allo speciale Pisa 1909 su Granducato TV di Massimo Marini, il dottor Victor Pablo Dana, che non usa tanti giri di parole, mettendo di fatto una pietra tombale sulla trattativa con Britaly Post.

di Maurizio Ficeli

“Ringrazio il sindaco, ha fatto di tutto perché la trattativa andasse a buon fine, personalmente sono sfinito perché abbiamo a che fare con un gruppo di persone che non ci ascolta e non sta a sentire neanche le sollecitazioni del presidente Abodi, lo stesso presidente della Lega si è reso conto della solidità del nostro gruppo che poteva fare del Pisa una grande squadra, con una piazza incredibile come Pisa sarebbe stato possibile raggiungere la serie A velocemente. Mi dispiace molto, ma vedo dalla controparte una totale mancanza di rispetto e di comprensione, inoltre non capiscono niente di calcio e stanno rovinando il Pisa ed il calcio di serie B in genere”.

“Ripeto, mi dispiace che non siamo riusciti a concludere. Oggi sia Rino Gattuso che i ragazzi dovranno pensare a loro stessi. Riguardo ai soldi in anticipo richiesti da Britaly, Dana è netto: “Noi non vogliamo assolutamente pagare nessuna caparra, sapendo che hanno nascosto chissà cosa. Inoltre lo stesso Lucchesi, persona che stimo, è tesserato del Pisa e non può darmi certi documenti e neanche io mi permetto di chiederglieli. Insomma noi non paghiamo 1.450 subito e 1.450 dopo per poi ritrovarci con 3.000 finiti nel nulla, il concetto mi sembra molto chiaro”

By