Palazzo ex Telecom, pubblicato il bando per la vendita

PISA – Prosegue il piano dell’Amministrazione Comunale per la riorganizzazione degli uffici comunali e degli sportelli al cittadino, progetto che porterà a migliori servizi e consentirà al Comune un cospicuo risparmio annuo.

image

Dopo lo spostamento degli uffici e sportelli Sepi presso la Sesta Porta, e in previsione dello spostamento degli uffici comunali ancora lì presenti nei palazzi Mosca, Cevoli, Gambacorti e Pretorio, il Comune mette in vendita l’immobile denominato “Ex Telecom” di Piazza dei Facchini. Lo fa, come previsto dalla regole, con una procedura di evidenza pubblica per la ricerca del miglior offerente, partendo da un prezzo base di 6,2 milioni di euro. Il bando è pubblicato all’Albo Pretorio e sul sito informatico del Comune di Pisa nella sezione Bandi e Gare al quale si rimanda per informazioni dettagliate.

Le offerte economiche – si legge nell’avviso pubblico – potranno essere di importo pari o superiore al prezzo a base d’asta. Potranno essere presentate anche offerte che prevedano un ribasso (massimo 20%) sul prezzo base d’asta, che l’Amministrazione si riserva di valutare.

Deposito cauzionale a garanzia della serietà dell’offerta: ogni concorrente dovrà costituire una cauzione dell’importo 310mila euro mediante versamento della suddetta somma al Tesoriere del Comune di Pisa con assegno circolare non trasferibile intestato al Tesoriere del Comune di Pisa.

Il plico con l’offerta dovrà pervenire, a pena di esclusione, all’Archivio del Comune di Pisa entro e non oltre le ore 12.30 del giorno 22 giugno, mediante consegna a mano ovvero avvalendosi del servizio postale. Faranno fede esclusivamente il timbro della data di ricevimento e l’orario posti dall’ Archivio del Comune di Pisa all’atto del ricevimento, anche nel caso in cui il plico sia oggetto di raccomandata con avviso di ricevimento. Il Presidente della Commissione alle ore 10,00 del giorno 23 giugno presso il Palazzo Comunale, Pisa, piazza XX Settembre – Palazzo Gambacorti, Sala di Giunta 2° piano, aprirà i plichi pervenuti e contenenti le offerte di gara, verificando la completezza e la conformità alle disposizioni del presente bando della domanda di partecipazione, della cauzione, dell’offerta pervenuta e di tutti i documenti

By