Palazzo Tabucchi a Vecchiano, contributo della Fondazione Pisa al Comune per la facciata esterna

PISAVecchiano torna ad omaggiare Antonio Tabucchi, stavolta con un progetto di restauro per l’edificio che porta il suo nome. Progetto per i la cui realizzazione è stato assegnato dalla Fondazione Pisa al Comune di Vecchiano uno specifico contributo per il restauro del Palazzo Tabucchi che sorge proprio nel borgo vecchianese.

Nella mattina di venerdì 4 ottobre il Presidente della Fondazione Avvocato Claudio Pugelli e il Sindaco Massimiliano Angori hanno sottoscritto un’apposita convenzione che regola l’erogazione di suddetto contributo, presso la sede cittadina della fondazione, in Via Toselli, 29.

Al riguardo il Presidente Pugelli ha dichiarato: “L’intervento di restauro di Palazzo Tabucchi, sottopostoci dall’Amministrazione comunale di Vecchiano, è stato ritenuto meritevole di contributo anche in considerazione del positivo impatto che il recupero del bene culturale di cui trattasi potrà avere sull’attrattività turistica del nostro territorio. Occorre infatti sempre ricordare come gli interventi della Fondazione in ognuno dei propri settori di intervento istituzionale statutariamente previsti (Attività e Beni Culturali, Sostegno alle categorie sociali deboli e Ricerca Scientifica) debbano essere comunque rivolti anche a promuovere lo sviluppo del nostro ambito territoriale di riferimento”.

“Quasi in concomitanza con la data di nascita di Antonio, che lo scorso 24 settembre avrebbe compiuto 76 anni, omaggiamo nuovamente la sua memoria, stavolta con una sorta di ideale regalo di compleanno che riguarderà da vicino tutta la nostra comunità”, dichiara il Sindaco Massimiliano Angori. “Il contributo erogato dalla Fondazione Pisa, destinato al restauro della facciata esterna del Palazzo Tabucchi, che sorge nel centro di Vecchiano, infatti, è una bellissima opportunità che ci consente di iniziare a dare forma concreta a quello che sarà il futuro Polo Culturale in memoria dell’attività letteraria e, appunto, culturale di Antonio. L’intervento di cui trattasi permetterà inoltre di arricchire notevolmente il nostro borgo, attraverso un’attività di restauro esterno dell’immobile interessato che prenderà il via verosimilmente nel marzo 2020, con la presentazione da parte dei nostri uffici comunali del progetto esecutivo, alla quale seguirà la gara d’appalto e, quindi, l’inizio lavori, con tutta probabilità, nell’estate 2020. Mi preme ringraziare la Fondazione Pisa che ha valutato meritevole di attenzione il nostro progetto, erogando un contributo finanziario che si attesta all’incirca al 75% del valore dell’intero progetto di restauro, per un importo massimo di 256.000 euro, su un totale stimato in circa 337.000 euro. Ringrazio anche la struttura tecnica comunale per aver redatto il progetto di restauro in tempi record, attività che ha consentito al nostro Comune di partecipare all’Avviso della Fondazione nella scorsa primavera”, aggiunge il primo cittadino.
“Vecchiano è il luogo delle origini di Antonio ed è il luogo che fin da subito, con costanza e dedizione, attraverso giornate culturali di rilievo internazionale a lui dedicate, ne ha celebrato la memoria e le opere letterarie”, ha affermato Maria José de Lancastre, moglie di Tabucchi e Presidente onorario dell’Associazione Culturale Antonio Tabucchi, costituitasi a Vecchiano lo scorso 13 maggio”.

“L’avvio del restauro del Palazzo, in cui sorgerà il Polo Culturale a lui dedicato, è un tassello ulteriore che ci condurrà a rendere sempre più indissolubile il legame tra Tabucchi e Vecchiano, dove sorgerà, nel prossimo futuro, un luogo fisico in memoria della sua opera letteraria, che tanto ha sempre attinto dal suo borgo natio. Sono perciò felice, e ringrazio l’Amministrazione Comunale di Vecchiano e la Fondazione Pisa, di questa bellissima azione congiunta che dà avvio al percorso descritto”.

By