Palio di San Ranieri, La Celeste: “Un secondo posto che vale più di una vittoria”

PISA – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato inviatoci dalla Polisportiva Cep molto soddisfatta dopo il secondo posto della barca Celeste ieri sera al Palio di San Ranieri.

image

Regata di San Ranieri 2015: alla vigilia avevamo detto che il solo fatto di esserci per la Barca Celeste, la Canottieri Antoni e di conseguenza, dato che siamo associati, per noi Polisportiva Popolare CEP rappresentava una vittoria. Senza una palestra da oltre un anno, tra difficoltà logistiche enormi, con la possibilità di allenarsi ridotta agli ultimi quarantacinque giorni prima della regata, non abbiamo fatto le polemiche e le manfrine (per fortuna poi rientrate) che, alla vigilia, avevano fatto quelli della Barca Gialla – Canottieri San Francesco e, straniti, non si capiva cosa avessero da polemizzare dato che sono gli unici ad avere in concessione dal comune locali palestra con annesse utenze da anni, senza sborsare una Lira prima, un Euro ora. Rifletta l’Assessore Eligi e torni un po’ indietro con la memoria quando, qualcuno, gli faceva notare che in città non c’è, specie negli ultimi tempi, parità di trattamento tra i quattro quartieri storici.

La passione per uno sport povero ma affascinante come il canottaggio e l’amore per la nostra fantastica città e le sue tradizioni ci ha spinto a scendere comunque in Arno. Con immensa gioia è arrivato un esaltante secondo posto, ad una sola lunghezza dalla favoritissima Barca Rossa e con una regata condotta praticamente appaiati fino a poco prima del Ponte di Mezzo. Un secondo posto che prospetta scenari di crescita esponenziali.
Ringraziamo i nostri vogatori Foschi Massimiliano, Ricci Flavio, Mostardi Luigi, Possenti Luca, Ferraro Fabio, Romani Federico, Rovina Elio, Bagagli Francesco; il timoniere Gabriele Ciulli, il montatore Zeno Del Corso, l’allenatore Massimiliano Landi. Anche per loro continueremo ostinatamente nell’impegno di trovare una soluzione e riaprire una palestra per ridare al quartiere, e non solo, il centro di aggregazione sportiva e ricreativa che avevamo onere ed onore di gestire

Fonte: Roberto Cini, Direttore ASD Nuova Polisportiva Popolare CEP

By