Parcheggi gratuiti per Natale. L’amministrazione comunale ha risposto ancora una volta No! Trolese: “Nessuna attenzione per le attività commerciali”

PISA – Parcheggi gratuiti sotto le festività, almeno un paio di ore al giorno, per incentivare l’afflusso di persone e agevolare gli acquisti natalizi nei negozi al dettaglio del centro storico. E’ stata questa la richiesta formale di Confcommercio Pisa all’amministrazione comunale, rivolta al Sindaco Marco Filippeschi, all’assessore alla mobilità Giuseppe Forte e al Direttore di Pisamo Alessandro Fiorindi.

“Tale richiesta” – scrivono il direttore di ConfcommercioPisa e il presidente del Centro Storico Alessandro Trolese – “favorirebbe l’afflusso di persone in Centro, siano essi cittadini, famiglie e turisti, incentivando così lo shopping natalizio”. Nello specifico, la proposta si articolava nel consentire almeno due ore di parcheggio gratuito (dalle 17 alle 19), per l’intero periodo che va dal 2 dicembre al 6 gennaio 2017.

“Volevamo lanciare un messaggio attraente verso clienti e consumatori, purtroppo la risposta dell’assessore Forte è stata ancora una volta negativa” – sbotta il presidente del Centro storico di ConfcommercioPisa Alessandro Trolese – “a conferma del fatto che non esiste alcuna attenzione e sensibilità verso le sacrosante esigenze delle attività commerciali. Parliamo di due ore appena nell’arco di 24 ore, questo in un periodo chiave per i destini del commercio. Sarebbe stata una occasione per dare al commercio pisano una freccia in più per essere competitivo rispetto ai grandi store, tutti dotati di numerosi parcheggi gratuiti. Ma l’assessore ha preferito trincerarsi dietro parole altisonanti come “mobilità sostenibile”, limitandosi a rendere gratuito il trasporto pubblico sulle Linee ad Alta Velocità. Un nulla, considerando le difficoltà del trasporto pubblico locale e il fatto che l’utilizzo dell’autobus per andare a fare acquisti non è certo il mezzo più indicato”.

“E’ raro trovare una così ostinata volontà nel penalizzare le legittime richieste di commercianti e imprenditori pisani” – conclude Trolese – “soprattutto da parte di chi riveste un ruolo di responsabilità ed è chiamato ad ottemperare ai propri compiti con buon senso e ragionevolezza. Due qualità che l’assessore Forte, anche in questa occasione, ha confermato di non possedere”.

By