Parco Migliarino San Rossore: via libera al bilancio preventivo 2021-2023

FIRENZE– Via libera al bilancio preventivo 2021-2023 del parco regionale Migliarino San RossoreMassaciuccoli. Il Consiglio Regionale ha approvato la proposta di delibera a maggioranza (18 voti a favore e 14 contro), dopo l’illustrazione della presidente della commissione Ambiente Lucia De Robertis (Pd).

Ad aprire il dibattito Diego Petrucci (FdI), che ha invitato “a superare il concetto di santuario, quando si parla di parchi come questo, che hanno una funzione essenziale nel preservare un territorio, con l’uomo che da sempre ne è parte integrante”. Da qui l’urgenza di valorizzare l’area, di abbandonare quella sorta di “ambientalismo malato” per creare ricchezza e posti di lavoro, guardando ad un patrimonio immobiliare che sta crollando, per “non gestione”, ha affermato, portando ad esempio la “fatiscente” Villa del Gombo, nella tenuta di San Rossore. 

Secondo Elisa Montemagni (Lega), “senza programmazione difficilmente potremo vedere dei risultati”, ha affermato, sperando nella gestione del nuovo Presidente, “per vincere insieme la sfida nell’interesse di tutti”. La consigliera ha quindi concluso il proprio intervento, annunciando il voto contrario sul bilancio.

Stessa espressione di voto anche per Silvia Noferi (M5S), che ha parlato di “sopralluogo illuminante alla tenuta di San Rossore: immobili fatiscenti e incuria devastante su tutto non sono dovuti ad un ambientalismo malato, ma ad una mala gestione che si configura come attività criminale”.

Nonostante le criticità da risolvere, per Andrea Pieroni (Pd), “superata la fase del commissariamento, questo bilancio rappresenta una vera ripartenza, una svolta importante, affidata al nuovo presidente e al nuovo comitato, ma anche a tutti noi, per una vera e propria rinascita del Parco, valore aggiunto per il territorio toscano”.

By