Parola ai protagonisti nel dopo Pisa -Sorrento

PISA – Finalmente dopo molti anni il Pisa ritorna in vetta alla classifica del proprio girone, e sebbene ci siano ancora molte gare da disputare, impossibile non registrare nell’ambiente e nella tifoseria tanto entusiasmo e soddisfazione. Il Pisa privato, causa squalifiche, di giocatori titolari quali Perez e Sabato, ha nella propria rosa elementi, seppur giovanissimi, già maturi e in grado di affrontare gare impegnative come quella contro il Sorrento, occasione dove di certo la tensione per la posta in palio era notevole. Il già collaudato Barberis ha aiutato il centrocampo a sostenere la fase offensiva affidata alla coppia inedita Tulli- Scappini, ed il giovane centrocampista ammette:” Questa sera la partita e stata molto dura, in quanto i nostri avversari erano molto organizzati e ben disposti in campo, e poi affatto demoralizzati per la loro posizione in classifica. Abbiamo un po’ sofferto in talune occasioni, ma siamo stati bravi a raggiungere questo traguardo importante. I nostri tifosi e’ giusto che stasera siano così felici, devono continuare a sognare, noi invece abbiamo il compito di rimanere con i piedi per terra, e cercare di consolidare questa nostra posizione.”

Stefano Scappini, conferma la regola dell’ex (Foto Massimo Ficini)

Ovviamente soddisfattissimo il sorridente Stefano Scappini, autore del vantaggio nerazzurro, occasione nella quale dimostra di saper sfruttare al meglio un errore difensivo mettendo in campo grande intuizione e determinazione, che a fine gara dichiara:” Sono felicissimo per questa rete che mi mancava molto, ma sono ancora più soddisfatto del fatto che quando sono stato chiamato in causa, sia per pochi minuti o per tutta la gara, mi sono sempre fatto trovare pronto e ringrazio per l’opportunità che il Mister stasera mi ha concesso. Il compito di un professionista e’ quello di farsi trovare pronto e al posto giusto al momento giusto come nell’attimo del goal. Adesso siamo al primo posto e ce lo teniamo ben stretto, sebbene solitamente i conti si fanno alla fine, ed occorrera’ quindi continuare su questa strada.” Il giovanissimo Filadelfio Carroccio si gode il suo momento di gloria visto che il suo e’ stato un vero e proprio esordio all’Arena Garibaldi:” Sapevamo che stasera ci giocavamo una ghiotta opportunità di essere primi in classifica e questo ci ha caricati ancora di più. Adesso siamo in vetta alla classifica ma molte squadre sono ancora in agguato, fa piacere che la tifoseria pisana sia contenta di questo traguardo, ma la strada e’ ancora lunga e dovremo lottare moltissimo.” E alla domanda su quale sia il segreto di questa squadra risponde:” La nostra forza sta nel fatto che anche se qualche titolare non è’ disponibile, chi è chiamato alla sostituzione entra e da il massimo possibile, con lo scopo di essere utile alla causa, per il bene del gruppo.”

By