Partito il nuovo servizio taxi destinato alle persone disabili

PISA – A Pisa a partire dal mese di Luglio, c’è un nuovo servizio taxi destinato alle persone disabili che si muovono con carrozzine non pieghevoli.

Le 5 nuove vetture, entrate in servizio a seguito di apposito bando comunale, sono infatti tutte idonee a far salire a bordo direttamente le carrozzine, grazie alla pedana e agli ampi spazi interni con ancoraggi di sicurezza. Le nuove vetture si riconoscono dall’apposito simbolo convenzionale dell’accessibilità, di cui all’articolo 381 del Regolamento di attuazione del Codice della Strada, posizionato su tutti i lati del veicolo.

Resta in ogni caso sempre attivo, e accessibile con tutte le vetture, il servizio che TUTTI i taxi devono svolgere di trasporto di persone disabili.

Il servizio dedicato alle persone disabili, con la modalità cosiddetta dell’incarrozzamento diretto con le nuove vetture, sarà comunicato, oltre che con gli appositi contrassegni sulle auto attrezzate, tramite apposita cartellonistica, i siti web istituzionali e i diversi luoghi in cui si trovino sezioni di informazioni dedicate all’accessibilità. La cartellonistica sarà posizionata nelle aree di maggiore flusso, come stazioni FS, aeroporto e stazioni bus e Pisa Mover. I cartelli informativi saranno realizzati a cura del Comune di Pisa.

COME FUNZIONA IL SERVIZIO PER LE PERSONE DISABILI

Il servizio è curato e garantito dalla diretta disponibilità dei titolari di Autorizzazione Taxi con vetture dedicate. COTAPI (Cooperativa Taxisti Pisani) ha organizzato un apposito servizio, con modalità di accesso tramite i propri strumenti (radio taxi, sito e app.) che possono garantire la reperibilità del servizio secondo le più aggiornate tecnologie.

E’ possibile chiamare il taxi in ogni momento; è necessario che il richiedente specifichi che desidera una vettura con incarrozzamento diretto e la centrale darà risposte sulla disponibilità del servizio, in quali tempi e quale sia la vettura.

Le chiamate si effettuano tramite il RADIO TAXI COTAPI 050 541600 e tramite le App: Taxi message; ‘W@BI Cotapi.it’ e ‘it Taxi’. E’ possibile effettuare la richiesta in ognuna di queste modalità sul sito webwww.cotapi.it

Saranno accettate chiamate provenienti anche dai posteggi dei taxi siti all’Aeroporto, alla Stazione, al Duomo, da Piazza Manin, e da tutti gli altri posti di stazionamento: ciò contrariamente a quanto avviene di consueto, in quanto, in tali luoghi – quando le richieste sono numerose – la priorità viene acquisita attraverso l’attesa.

E’ possibile anche effettuarePRENOTAZIONI dalle 7:00 alle 22:00, con un anticipo di almeno 24 ore.

Le 5 vetture sono state inserite nella normale turnazione.  La prevalenza temporale viene data alle chiamate qualificate dalla richiesta della vettura abilitata all’incarrozzamento, così da assicurare la priorità nel servizio alla persona disabile.

 

Il costo del servizio

I costi sono esattamente gli stessi previsti per tutti i servizi taxi, sarà il tassametro a stabilire l’importo della corsa.

In questo modo, Pisa si pone all’avanguardia per questo servizio con le 5 vetture che rappresentano il 6,5% del parco mezzi, che è costituito da n. 77 taxi.

L’assessore alla disabilità Rosanna Cardia: “Esprimo forte soddisfazione per la realizzazione di questo ulteriore servizio dedicato alla persona disabile che in tal modo avrà la possibilità di muoversi con maggior autonomia e raggiungere con disinvoltura i luoghi necessari e graditi. È per noi un tassello molto importante che sottolinea la nostra costante attenzione all’accessibilità e che ci consente di dare il vero spessore al termine inclusione sociale. Il tavolo per l’accessibilità e la Garante dei diritti della persona disabile hanno lavorato molto ma un ringraziamento particolare lo dobbiamo all’assessore Pesciatini che ha dato una forte accelerazione alle procedure affinché riuscissimo a raggiungere questo ottimo risultato che è un ulteriore pregio per la nostra città”.

 

Lia Sacchini, Garante dei diritti della persona disabile: “Con notevole soddisfazione accolgo l’ampliamento del servizio taxi cittadino anche alle persone disabili impossibilitate a spostarsi dalla loro carrozzina ortopedica per muoversi sul territorio cittadino. Con questo ampliamento trova finalmente attuazione il “diritto alla mobilità e all’inclusione” così come sancito dalla Convenzione ONU del 2006 e addirittura dalla L.R.T. 47/1992. Non si tratta infatti di un “servizio dedicato” alla persona disabile ma dell’attivazione di un diritto dovuto, inalienabile, per una fascia di persone con disabilità motorie molto gravi che desiderano comunque vivere la propria vita secondo scelte personali e non dettate da altri. Questo importante risultato è stato possibile grazie alla collaborazione attiva di tutti i portatori d’interesse coinvolti, sempre disponibili al confronto per raggiungere l’obbiettivo comune. Molto lavoro, molti anni di collaborazione a volte sfiancante ma per ottenere questo risultato ne è valsa la pena. Ora occorre vigilare affinchè il tutto proceda lungo la linea dell’inclusione reale”.

 

L’assessore alle politiche sociali Gianna Gambaccini: “Compito di un’Amministrazione è ascoltare e soddisfare i bisogni di tutti i cittadini: per questo motivo ho accolto con entusiasmo l’iniziativa del servizio taxi cittadino rivolto anche alle persone disabili, promossa dall’assessore Paolo Pesciatini col sostegno di tutti gli stakeholder interessati. Da tempo avevamo ricevuto questo tipo di richiesta che in questo modo rende la nostra città sempre più inclusiva”.

 

L’assessore al commercio e al turismo Paolo Pesciatini:“Quando si trattano temi come quello dell’accessibilità occorrono fatti e poche chiacchiere. Quello a cui abbiamo dato attuazione è un fatto importante, una risposta concreta alla affermazione di un diritto e di un principio che è quello dell’accessibilità per tutti: uno dei temi fondamentali per chi si occupi, come nel mio caso, anche di turismo.

Infatti, essendo Pisa una destinazione turistica internazionale, abbiamo il dovere di abbattere ogni possibile barriera che impedisca la piena accessibilità alle nostre bellezze, ai nostri eventi, ai nostri servizi. Il nuovo servizio taxi con vetture attrezzate va in questa direzione e sarà garantito in virtù della disponibilità delle categorie, dei nuovi cinque operatori unitamente alla CoTaPi.

E’ stato un percorso articolato, iniziato durante la precedente legislatura e che trova compimento ed attuazione oggi, con il perfezionamento di tutti i complessi passaggi, i processi necessari e l’avvio del servizio stesso”.

Cna Pisa registra con soddisfazione l’ingresso della 5 nuove licenze,arrivate dopo un percorso lungo che ha visto la nostra associazione sempre favorevole a questa scelta; una scelta di civiltà che colma un vuoto rimasto aperto per troppi anni”.

Così il presidente Cna Pisa Matteo Giusti ha commentato il momento ufficiale di entrata in servizio dei nuovi taxi per disabili e non solo.

Il Presidente Cna Taxi Pisa Claudio Sbrana “per noi la soddisfazione è doppia dato che Cna è sempre stata favorevole alla copertura di questa esigenza così come previsto dalla Legge regionale 67 che prevede almeno il 5% di Taxi in servizio di persone con disabilità con mezzi idonei all’incarrozzamento diretto. E perché i nuovi titolari hanno deciso di aderire alla nostra associazione. Ora i taxi in servizio sono 77 di cui oltre la metà con doppia guida che quindi riescono a coprire turni più ampi e quindi aumentare il servizio. Adesso l’organico a servizio delle città si è arricchito di queste 5 nuove vetture e siamo convinti sia stato raggiunto il dimensionamento ottimale per le esigenze della città. Anzi ribadiamo con forza che è necessario un surplus di attenzione verso i troppi e crescenti fenomeni di abusivismo che affliggono il settore del trasporto persone”.

By