Passioni Divine per San Valentino alla Gipsoteca di Arte Antica

PISAMercoledì 14 febbraio alle 17.30 presso la Gipsoteca di Arte Antica, Piazza San Paolo all’orto a Pisa va in scena “Passioni divine” per San Valentino.

Pubblica lettura di storie d’amore degli dèi greci. Lettori: Davide Amendola, Luca Brunelli Felicetti, Niccolò Carmina da, Michela De Bernardin, Elena Diana, Chiara Aurora Gagliano, Fabio Guidetti, Andrea Lazzarini, Leyla Ozbek, Carlo Pernigotti, Mario Russo, Lorenza Santoni
La lettura è a cura di Anna Santoni e Gianluca Casa. I testi raccontano vicende amorose di Zeus, Dioniso, Apollo, Afrodite: la lettura si ispira al libro Passioni divine. Storie d’amore di Zeus e altri dèi di Anna Santoni.

Un assaggio di lettura. Io racconta a Prometeo la sua storia
Amata e trasformata in vacca da Zeus, perseguitata da un tafano mandatole contro da Era, nel suo vagabondare, Io arriva nel Caucaso dove Prometeo è incatenato.

“Con insistenza visioni potenti apparivano di notte nella mia camera di ragazza e mi parlavano con parole carezzevoli: “O fortunatissima ragazza, perché ti serbi così a lungo vergine, quando sono possibili per te le nozze più grandi?: Zeus è ferito dal desiderio, arde per te e vuole prendere il tuo amore. Non disprezzare il letto di Zeus, ma esci, vai verso il prato profondo di Lerna, verso le greggi e le stalle di tuo padre, affinché gli occhi di Zeus possano appagare il suo desiderio”. Da questi sogni ero presa ogni notte io sventurata, finché trovai il coraggio di lamentarmi col padre degli incubi che venivano a spaventare le mie notti.

Sinossi libro. Gli antichi Greci ci hanno lasciato moltissimi racconti sui loro dèi e sui loro amori, con innumerevoli versioni. In queste pagine si dà qualche esempio di come venivano immaginati questi dèi nelle loro passioni, con particolare interesse ai modi di seduzione e di conquista. Si dirà insomma di chi si innamorano, come fanno a ottenere di essere contraccambiati e come le storie vanno a finire. Si parla, in breve, di alcuni dei tanti amori di Zeus e poi di altri dèi, Ade, Posidone, Apollo, Hermes, Dioniso e si rammentano dee come Era, Estia, Atena, Artemide, Eos, Afrodite. Fra queste ultime lo spazio maggiore è riservato, come si deve, alla dea dell’amore Afrodite con la storia di due dei suoi amori, quello per il mortale Anchise e quello per il dio Ares, entrambi raccontati secondo versioni molto antiche. Come spesso succede quando ci si avvicina al mondo antico, il lettore si troverà a riflettere a quanto di lontano e di vicino a noi c’è in queste storie, nelle maniere di amare che questi dèi ci rappresentano.

By